Breaking News
  • Roma, Di Francesco: "Non c'è solo il calcio. Il gruppo ha capito..."
    © Getty Images

Roma, Di Francesco: "Non c'è solo il calcio. Il gruppo ha capito..."

Ecco le parole del tecnico giallorosso, che traccia una prima linea dopo i primi risultati ottenuti

ROMA DI FRANCESCO CHAMPIONS LEAGUE SERIE A / Andando contro i pronistici iniziali, la Roma si è qualificata agli ottavi di Champions League e lo fa ha fatto come prima della classe. Un risultato che di certo avrà i suoi effetti positivi anche in fase di calciomercato. In campionato i punti che la distanziano dall'Inter capolista sono cinque, con una gara da recuperare contro la Sampdoria, che potrebbero trasformare il divario in soli due punti. Di Francesco è stato così in grado di far svanire ogni sorta di critica mossa contro di lui nella primissima fase della stagione, quando si vedeva una Roma fare un po' di fatica per riuscire ad apprendere il suo metodo di lavoro. Ora però i risultati si vedono e, intervistato da 'Roma Radio', il tecnico giallorosso ha fatto un punto della situazione: "I giocatori hanno capito che conta più il gruppo del singolo. Riuscire a far capire questo è stato importante.

Turnover? Vogliamo coinvolgere tutti, e per questo abbiamo scelto due titolari per ruolo".

FUORI DAL CAMPO - "Ieri non ho visto le partite, sono andato in Vaticano con degli amici. Ci tenevo a farlo. La sera invece ho cenato in famiglia. Sono uno che stacca tantissimo dal suo mondo. Il calcio va vissuto con qualità, non con quantità. Al momento giusto devi essere concentrato, ma non si vive solo di quello".

Roma, gruppo in crescita: Di Francesco guarda avanti

Ottimi i risultati ottenuti dalla Roma in questa prima parte di stagione, soprattutto considerando che è il primo anno di Di Francesco, che però non intende fermarsi: "Possiamo ancora crescere nella ricerca della verticalità. Dobbiamo essere in grado di forzare un po' le giocate. Se arriviamo a fare trenta tiri in porta a gara, statisticamente possiamo concludere il match con qualche gol in più. E' qualcosa che è nelle nostre corde".

ROSA - "Ho un buon rapporto con i giocatori, che sono i primi a dirmi se non sono in condizione o non hanno i 90 minuti nelle gambe. E' la giusta miscela. Prima di una gara poi nessuno ti dirà che sta male. Anche Karsdorp, con mezzo allenamento, mi disse d'essere pronto prima del Chelsea".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)