• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Bacca: "Con Montella ora c'è allegria. Resto qua!"

Calciomercato Milan, Bacca: "Con Montella ora c'è allegria. Resto qua!"

L'attaccante colombiano conferma: "Avevo offerte anche dall'Italia"


Carlos Bacca ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

26/08/2016 07:35

CALCIOMERCATO MILAN INTERVISTA A CARLOS BACCA SU LA GAZZETTA DELLO SPORT / MILANO - L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' propone una lunga intervista all'attaccante del Milan Carlos Bacca. Calciomercato.it vi riporta i passaggi salienti delle dichiarazioni del calciatore colombiano, sul calciomercato Milan ("La mia intenzione è restare dove sono") e non solo.

PROPOSTA DEL WEST HAM E FUTURO - "Ritengo il West Ham un club di prima grandezza, ma ho respinto l’offerta, anche perché devo pensare alla mia famiglia. Ne ho parlato con Galliani e la mia intenzione è restare dove sono. Lui mi ha risposto che anche il club ritiene che io debba rimanere. Mi piace molto sentirmi dire dalla società che per loro sono importante. Tifosi, tranquilli: per me il mercato è terminato. Prima ero su mercato, so che il club aveva dei problemi ed ero uno dei pochi che avrebbe garantito di fare cassa. Se fosse finita cos,ì lo avrei capito. Ora invece la sensazione di essere un incedibile è molto bella. Vuol dire che c’è fiducia in me, che sono andato bene. Mi ha fatto cambiare idea la mia famiglia. A mia moglie piace tutto dell’Italia e di questa città e mio figlio considera Milano casa sua. Io voglio arrivare a casa e vedere la mia famiglia contenta. Oltre che dall’Inghilterra avevo offerte anche da Italia e Francia, ma erano tutte situazioni in cui non mi vedevo al 100%".

IL RAPPORTO CON MONTELLA - "Con lui mi diverto molto di più, perché è con la palla che si gioca a calcio, non con la corsa. Se corri e basta, allora tanto vale allenarsi con Bolt! Mi piace il suo gioco perché la squadra è costruita per attaccare e mi arrivano più palle gol. Se invece te ne arriva una è molto più complicato. L’anno scorso era così e dovevo restare concentratissimo. Ora è diverso, c’è allegria. La scorsa stagione mancava. Montella ha fatto la sua parte nella mia scelta di restare, mi ha detto chiaramente che gli sarebbe spiaciuto perdermi, che mi ritiene forte, un leader".

IL TRIDENTE CON SUSO E NIANG - "Mi piace molto. Sono contento per Niang, abbiamo patito la sua assenza. Anche Adriano è un grandissimo, ma purtroppo si gioca in undici".

OBIETTIVI - "La classifica marcatori mi interessa eccome. Voglio superare i gol dell’anno scorso. Mi dà fastidio, però, essere giudicato solo in base ai gol. Voglio l’Europa con questa maglia, sto lavorando per questo. La mentalità mia e del club è europea, per il Milan l’Europa è un obbligo".




Commenta con Facebook