• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > LA MOVIOLA DI CM.IT: Manolas-Belotti rigore 'generoso', Destro in fuorigioco sull'1-0

LA MOVIOLA DI CM.IT: Manolas-Belotti rigore 'generoso', Destro in fuorigioco sull'1-0

Per Damato e l'assistente l'intervento del centrale giallorosso è da sanzionare. Mazzoleni doveva fermare l'azione del vantaggio rossoblu


Antonio Damato ©Getty Images
Emiliano Forte

07/12/2015 07:40

MOVIOLA MANOLAS DESTRO / ROMA - Nella sfida tra Torino e Roma giocata sabato alle 15:00 e diretta da Damato troviamo quello che probabilmente è l'episodio più controverso e discusso del week-end di Serie A. Si tratta del contatto tra Manolas e Belotti avvenuto in pieno recupero, dal quale è scaturito il penalty che ha permesso ai granata di pareggiare la rete di Pjanic: un rigore che tutt'ora, nonostante le immagini televisive a disposizione, continua a generare pareri contrastanti. Altro episodio decisivo in Bologna-Napoli diretta da Mazzoleni, dove il primo gol messo a segno da Mattia Destro sembra viziato da una posizione di fuorigioco dello stesso numero 10 rossoblu. Meritano un approfondimento anche i contatti Donnarumma-Lasagna e Luiz Adriano-Lollo in Carpi-Milan.

 

LAZIO-JUVENTUS 0-2, arbitro Banti 6 - Direzione attenta e puntuale, fatta eccezione per un paio di sbavature che alla fine non hanno inciso sull'andamento della gara. Dopo 25 minuti di gara arriva l'ammonizione per Mandzukic per un intervento che forse poteva essere punito con un semplice calcio di punizione ed un richiamo verbale. Rischia Radu nel recupero del primo tempo quando, superato in velocità da Lichtsteiner, interviene sullo svizzero in maniera scomposta disinteressandosi del pallone: Banti opta per il giallo e tutto sommato va bene al difensore biancoceleste, che poteva lasciare i suoi in 10. Nel corso della ripresa lascia dei dubbi il contatto nei pressi dell'area di rigore juventina tra Radu e Barzagli, con l'arbitro che poteva concede la punizione dal limite alla Lazio.

 

TORINO-ROMA 1-1, arbitro Damato 5 - Episodio molto discusso il contatto Manolas-Belotti che porta al rigore in favore del Torino nei minuti finali. Per Damato è stata una valutazione molto difficile che ha richiesto il supporto dell'addizionale Fabbri il quale ha considerato falloso l'intervento del difensore giallorosso. Neanche le immagini al rallenty riescono a chiarire del tutto l'episodio, ma il rigore appare 'generoso'. Fa discutere anche il cartellino scelto per Manolas: quella di Belotti è una chiara occasione da gol, punita da regolamento - una volta assegnato il rigore - col rosso diretto. Rischia il rosso anche Nainggolan, già ammonito, per un intervento su Belotti. 

 

INTER-GENOA 1-0, arbitro Giacomelli 6 - Giusto concedere la punizione dalla quale nasce il vantaggio interista firmato Ljajic. Il fallo del rossoblu Figueiras sullo stesso Ljajic infatti è netto. Lascia molti dubbi la segnalazione di offside che vede protagonista ancora il numero 22 nerazzurro lanciato verso la porta difesa da Perin. Piuttosto severo Giacomelli in occasione del doppio giallo mostrato a D'Ambrosio, che ha costretto l'Inter a giocare in 10 il finale di gara.

 

BOLOGNA-NAPOLI 3-2, arbitro Mazzoleni 5 - Sul primo gol il direttore di gara è mal supportato dal guardalinee, visto che Destro scatta da posizione di offside, anche se millimetrico. Non convince la gestione di alcuni episodi dove tende ad interrompere ripetutamente il gioco anche quando potrebbe concedere il vantaggio. Come nel caso del fischio sul fallo di Destro su Albiol, con Hamsik pronto a recuperare palla e a lanciarsi a campo aperto. Decisioni come questa hanno finito con il rendere il match particolarmente nervoso e spigoloso in alcuni frangenti.

 

ATALANTA-PALERMO 3-0, arbitro Russo 6 - Match diretto con il giusto polso dal fischietto di Nola che, senza esitare, al 76° espelle il neo entrato Migliaccio per un'entrata scomposta ai danni di Chochev.

 

FIORENTINA-UDINESE 3-0, arbitro Guida 6 - Dopo 62 minuti di gioco viene concesso un penalty in favore della Fiorentina per l'intervento in ritardo di Badu ai danni di Kalinic. Decisione corretta quella di Guida, che prontamente mostra anche il giallo al giocatore dell'Udinese.

 

FROSINONE-CHIEVO 0-2, arbitro Rocchi 5,5 - Giusto concedere il tiro dal dischetto in favore degli ospiti nel finale quando, ad un minuto dal 90°, Meggiorini viene messo giù da Diakité in area. Ci può stare anche il rosso mostrato a Simone Pepe per proteste.

 

VERONA-EMPOLI 0-1, arbitro Tagliavento 6 - Pochi grattacapi per il direttore di gara in un match privo di episodi di difficile lettura.

 

SAMPDORIA-SASSUOLO 1-3, arbitro Mariani 6 - Porta a termine la sfida di 'Marassi' senza sbavature e rimanendo attento e concentrato.

 

CARPI-MILAN 0-0 , arbitro Irrati 5 - Dopo 41 minuti di gioco da rivedere l'intervento di Donnarumma ai danni di Lasagna. Dalle immagini si vede che il portiere del Milan, anticipato, entra in contatto con l'avversario con il pallone che schizza via: l'intervento è al limite e poteva essere sanzionato con un penalty con conseguente rosso per Donnarumma. All'84° Luiz Adriano in area viene chiaramente 'cinturato' da Lollo sugli sviluppi di un angolo con Irrati che anche stavolta non interviene: manca dunque un rigore.




Commenta con Facebook