• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Nesta: "Roma, presto per parlare di scudetto. La Lazio si riprenderà"

Serie A, Nesta: "Roma, presto per parlare di scudetto. La Lazio si riprenderà"

L'ex difensore ha parlato delle ultime vicende del calcio italiano


Alessandro Nesta (Getty Images)

01/09/2015 01:10

SERIE A NESTA LAZIO MIHAJLOVIC PIRLO / MILANO - E' un Alessandro Nesta a 360 gradi quello che è intervenuto stasera alla trasmissione 'Tiki Taka'. Il neo-allenatore del Miami FC ha parlato in primis di Roma-Juventus e del momento delicato della Lazio: "Alla  seconda giornata non ha senso parlare di scudetto. Conosco la realtà di Roma e i suoi eccessi. Sconfitta Lazio col Chievo? E' un momento particolare. C'è stata anche la sconfitta contro il Leverkusen. I biancocelesti hanno un ottimo allenatore e sono sicuro che riusciranno a mettere a posto le cose".

ROMAGNOLI - "Non l'ho mai sentito, è giovane va lasciato crescere in pace. Ora che sono stati spesi tanti soldi per lui, qualcosa cambierà per forza".

MIHAJLOVIC, MILAN E BALOTELLI - "Spero di aver preso il meglio da ogni allenatore che ho avuto e ne ho avuti di bravissimi. Speriamo di far crescere il calcio negli Stati Uniti, specialmente qui a Miami dove non c'era una squadra di livello. Mihajlovic ha un carattere forte, credo sia la persona giusta per ritirare su il Milan. Balotelli? Credo abbia preso qualche mazzata negli ultimi anni, sia a Liverpool che a Milano. Credo che questa volta non possa sbagliare".

PIRLO, RIMPIANTO JUVE - "Nessuno è eterno, arriva un punto che non ci si sente più adatti ad un certo tipo di calcio. Ha fatto una scelta importante, andando a giocare in una realtà interessante. Ho visto Andrea due settimane fa e l'ho trovato davvero bene".

STRANIERI IN SERIE A - "Gli stranieri che venivano una volta in Italia facevano tutti la differenza, ora invece sono troppi e non è più come prima".

CARRIERA - "La Lazio è stata costretta a vendermi, in quel periodo era in una grave situazione finanziaria. Altrimenti non sarei andato via, fosse stato per me sarei rimasto sempre. Al Milan poi è andata alla grande, è un club che mi ha permesso di vincere tutto".

G.M.




Commenta con Facebook