• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Juventus, Peruzzi: "Grande mercato dei giallorossi. Non sarà un campionato a due"

Roma-Juventus, Peruzzi: "Grande mercato dei giallorossi. Non sarà un campionato a due"

Il doppio ex parla della big match della seconda giornata di Serie A


Edin Dzeko (Getty Images)

26/08/2015 14:04

ROMA JUVENTUS PERUZZI / ROMA - La seconda giornata di campionato presenta l'atteso big match tra Roma e Juventus: a parlare della sfida di domenica pomeriggio che è tra le news Roma del momento è il doppio ex Angelo Peruzzi. A 'TeleRadioStereo' l'ex portiere spiega: "La Roma ha fatto un grande calciomercato, Sabatini è uno dei migliori dirigenti italiani. Muove molto il mercato in entrata e in uscita e, come tutti i grandi direttori sportivi, ha sbagliato alcuni acquisti. Un intenditore di calcio come Sabatini però bisogna tenerselo stretto. Roma più vicina alla Juve? Quando inizia il campionato si riparte da zero. Sia la Roma sia la Juve hanno cambiato e c'è bisogno di qualche settimana per trovare l'equilibrio giusto. Contro Udinese e Verona i risultati sono usciti da episodi e imprecisioni".

Peruzzi non crede che la sfida sia già decisiva: "Non rappresenta sicuramente un bivio ma vincere una partita così fa morale e permette di acquisire autostima, sicurezza e fiducia che nel corso della stagione permettono di proseguire nel migliore dei modi. Questo però non sarà un campionato a due, ci sono altre squadre che si sono rinforzate molto. Può capitare di trovare un filotto di vittorie che permette di allungare in classifica".

L'ex portiere di Roma e Juventus analizza anche gli attuali numeri uno: "Szczesny lo conosco poco, ho visto qualche spezzone di gara prima di vederlo sabato a Verona. Mi ha fatto un'ottima impressione anche perché cambiare campionato non è mai facile. Basti pensare a van Der Sar nella Juventus, adattarsi in Serie A non è mai facile. Buffon è ancora il numero uno al mondo, ce ne sono solo 4-5 del suo livello". 

Infine una battuta su un possibile ritorno a Roma: "Potrei tornare a Trigoria ervedere gli allenamenti ma per il resto no. Conoscendo Francesco Totti e Vito Scala spesso li chiamo e vado a trovarli sempre volentieri".

B.D.S.




Commenta con Facebook