• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-SAMPDORIA

Viola, solito Salah, solo Richards un pò sottotono. Samp irriconoscibile, bene solo Viviano ed Eto'o


Mohamed Salah (Getty Images)
Lorenzo Bettoni @lorebetto

04/04/2015 20:37

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-SAMPDORIA:

 

FIORENTINA

Neto 6 - Spettatore non pagante. Ha un brivido solo in avvio quando Eto’o mette il mirino sotto il suo incrocio dei pali, ma lo salva Gonzalo.

Richards 5,5 - Nel primo tempo la Samp sta molto bassa e lui avrebbe la possibilità di supportare la manovra offensiva Viola. Lo fa poco e quando lo fa è spesso impreciso.

Gonzalo Rodriguez 6,5 - Gioca un gran primo tempo, si, ma rischia pure di essere cacciato per doppia ammonizione perché la sua cintura su Eto’o meriterebbe il secondo giallo. Nei primi 45 minuti salva anche Neto sulla conclusione ravvicinata dello stesso attaccante camerunense e colpisce un palo.

Basanta 6 - Partita attenta. Deve solo coprire le poche sbavature di Gonzalo.

Marcos Alonso 6,5 - Lo spagnolo regala a Montella prestazioni in crescendo. Partita dopo partita si solidifica difensivamente e si fa trovare in appoggio spesso e volentieri. Peccato che i piedi siano quelli…

Badelj 6,5 - Solita ottima partita di posizione. Si piazza tra Aquilani e Borja facendosi vedere poco dalle parti di Viviano, ma fermando anche ogni ripartenza della Samp. Alla lunga si sta dimostrando un ottimo rinforzo per Montella.

Borja Valero 6 - Leggermente in crescendo, ma sempre lontano dal Borja Valero a cui siamo abituati. Cerca più l’azione personale che non il fraseggio con i compagni. Azzecca pochissimi lanci, ma si merita comunque la sufficienza.

Aquilani 6,5 - Dinamico. nel primo tempo è il migliore in mediana Viola. Il secondo tempo invece riparte un po’ in sordina per poi riprendersi gli standard dei primi 45 minuti. Si mangia il gol del 3-0 calciando su Viviano a un metro dalla porta. Dall’ 83’ Vargas s.v.

Diamanti 7 - Nervoso nel primo tempo, viene ammonito per proteste. La paura dei tifosi viola è che anche il Diamanti di oggi sia molto fumo e poco arrosto come successo nelle ultime uscite. Alino invece si sveglia dopo un’ora e trova la giocata che sposta gli equilibri della partita infilando Viviano con il suo piede debole. Dal 75’ Mati Ferndandez 6 – Entra e deve solo gestire il possesso, aspettando che arrivino i tre punti.

Salah 7,5 - Anche lui, come Diamanti, ci mette un po’ ad entrare in partita. Nel primo tempo è irriconoscibile, inciampa, non trova la giocata giusta e spesso si pesta i piedi con Alino. Nella ripresa si sveglia, segna il gol del 2-0 e tutte le azioni offensive della Viola portano il suo nome. Migliore in campo. Strano. Dall’ 89’ Lazzari s.v.

Gomez 6,5 - Non tira mai, ma di fatto gioca sempre spalle alla porta. Scambia bene con Salah, Diamanti e con chiunque lo cerchi per avere un appoggio in fase offensiva. Partita positiva, gli è mancato solo il gol.

All. Montella 7 – Gestisce da grande allenatore tutti gli incontri ravvicinati della Fiorentina. Fa un po’ di turnover a centrocampo, ma mantiene nelle mani il controllo della partita grazie ad un possesso palla avvolgente, nonostante le condizioni del campo. Supera in un colpo solo Samp e Napoli.

 

SAMPDORIA

Viviano 7 - Non può niente sui gol, ma fa due interventi importanti quando la Viola è già sopra 2-0. Le parate arrivano proprio sotto a quella che qualche anno fa era la sua curva e dove, da giovane, andava a vedere la sua squadra preferita, cioè la Fiorentina.

De Silvestri 5,5 - Partita di sacrificio. Sale poco rispetto a quello che siamo stati abituati a vedere nel corso della stagione, ma è la partita che glielo richiede. Dal 74’ Wszolek 5,5 – Non fa niente di che, anzi soffre anche lui le accelerazioni di Salah. Ma c’è da capirlo.

Silvestre 5 - Parte bene non lasciando a Gomez giocate facili. Nella ripresa è troppo leggero sia su Gomez che su Salah, che gli sfreccia davanti prima di insaccare il 2-0.

Romagnoli 5,5 -  Con Silvestre concede l’appoggio a Gomez in occasione del 2-0 di Salah. Per il resto della partita appare un po’ in affanno rispetto alle uscite di inizio stagione. Dall’ 83’ Munoz s.v.

Regini 5 - Tra i più in difficoltà nella difesa blucerchiata. Ha un paio di occasioni per spingere ma non le sfrutta. Sbaglia la diagonale sul gol di Salah, arrivando nei pressi dell’egiziano troppo in ritardo e a quel punto potrebbe giocarsi un giallo che invece si becca pochi minuti più tardi per un fallo inutile sulla linea laterale.

Soriano 4,5 - Il peggiore del centrocampo doriano. Non dà dinamismo alla mediana di Mihajlovic e si estranea troppo dal gioco. In fase di copertura, poi, non riesce a coprire né le discese di Marcos Alonso, né i tagli di Borja Valero ed Aquilani. Dal 67’ Bergessio 5 – In pochi si accorgono che è entrato in campo.

Palombo 6 - Come Badelj dalla parte opposta, anche Palombo gioca una partita di posizione stando attento soprattutto a chiudere spazi alla Viola. Quando la squadra di Montella cerca di sfondare centralmente, lui si infila tra Romagnoli e Silvestre. Gioca una partita senza sbavature.

Obiang 5,5 - Pur non facendo niente di eclatante, è preciso in entrambe le fasi. Per forza di cose è più costretto a difendere più che ad attaccare, ma anche quando si trova palla al piede sbaglia il giusto.

Eder 5,5 - Primo tempo di sacrificio, come il resto della squadra. Fra i tre dell’attacco è quello che parte più lontano dall’area di Neto. Nella ripresa non fa niente di più.

Eto’o 6 - In avvio ha subito la palla giusta per portare avanti la Samp, ma con Neto battuto il suo tiro a girare viene deviato in corner dalla testa di Gonzalo. Ingaggia con l’argentino un bel duello e si arrabbia, giustamente, quando Banti non espelle il Viola per doppia ammonizione dopo che lo ha cinturato a centrocampo. Nonostante il sacrificio riesce anche a farsi vedere dalle parti di Neto, dimostrando una condizione fisica in crescendo.

Muriel 4,5 - Più fuori partita rispetto agli altri due attaccanti di Mihajlovic. Nel primo tempo non riesce a tenere su la squadra e infatti nella ripresa il riferimento offensivo doriano diventa Eto’o.

All. Mihajlovic 5,5 - La prepara con le ripartenze e se Eto’o segnasse in avvio la partita gli si metterebbe più che in discesa. La storia però non si fa con i se e con i ma, e di fatto la Samp subisce il possesso Viola per quasi tutto l’incontro. Nella ripresa i suoi non riescono nemmeno mai a ripatire.

Arbitro: Luca Banti 5 - Nel primo tempo la gestione è discutibile. Non fischia un paio di falli a Diamanti, che al terzo si arrabbia e viene giustamente ammonito. Prima non aveva punito un fallo al limite dell’area per la Fiorentina: nella ripartenza Gonzalo meriterebbe il rosso per aver cinturato Eto’o. Meglio nella ripresa, ma la partita è più facile. Insufficiente.

 

TABELLINO

FIORENTINA-SAMPDORIA 2-0

Fiorentina (4-3-2-1): Neto; Richards, Gonzalo Rodriguez, Basanta, Marcos Alonso; Badelj, Borja Valero, Aquilani (dall’ 83’ Vargas); Diamanti (dal 75’ Mati Fernandez), Salah (dall’ 89’ Lazzari); Gomez. A disp. Rosati, Lezzerini, Tomovic, Rosi, Kurtic, Joaquin, Gilardino, Babacar. All. Montella

Sampdoria (4-3-3): Viviano; De Silvestri (74’ Wszolek) , Silvestre, Romagnoli (dall’ 83’ Munoz), Regini; Soriano (67’ Bergessio), Palombo, Obiang; Eder, Eto’o, Muriel. A disp. Romero, Frison, Coda, Mesbah, Marchionni, Acquah, Correa, Duncan, Okaka, Bergessio. All. Mihajlovic

Arbitro: Banti di Livorno

Marcatori: 61’ Diamanti (F), 64’ Salah (F)

Ammoniti: 11’ Gonzalo Rodriguez (F), 44’ Diamanti (F), 68’ Regini (S)

Espulsi:




Commenta con Facebook