• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Punto Russian Premier League, risultati e classifica diciassettesima giornata

Punto Russian Premier League, risultati e classifica diciassettesima giornata

Zenit San Pietroburgo e CSKA Mosca chiudono al meglio il loro 2014


Villas-Boas (Getty Images)

09/12/2014 17:18

PUNTO RUSSIAN PREMIER LEAGUE RISULTATI CLASSIFICA / MOSCA (Russia) – Il 2014 della Russian Premier League si chiude con una giornata caratterizzata dal grande gelo su tutti i campi e dalle vittorie delle prime della classe, che archiviano nel migliore dei modi la prima parte del campionato. Benissimo va allo Zenit, che davanti al suo pubblico vince nettamente contro la principale rivelazione di questo scorcio di stagione: il Krasnodar torna a casa con un pesante 4-0 sul groppone che vale il momentaneo addio al terzo posto. Meno larga ma ugualmente importante la vittoria del CSKA Mosca, che conferma il suo ottimo momento in casa dell’altra squadra di Krasnodar, il Kuban, imponendosi grazie a una rete del nigeriano Musa. Anche se in Europa non si è fatto notare moltissimo, l’esterno offensivo di Slutskyi è uno dei segreti dei Campioni di Russia, che continuano a credere nella rimonta nonostante i sette punti di distacco.

TERZO INCOMODO – Di punti di distacco ne ha invece nove la Dinamo Mosca, squadra in grande risalita e che deve recuperare una partita (programmata tuttavia per fine aprile). Per il momento i biancoblu festeggiano con un sontuoso 5-0 all’Amkar Perm’ che vale il terzo posto solitario e l’investitura a outsider del campionato. Se lo Spartak chiude bene battendo in casa l’Ural (ma registra le minacce di dimissioni di Yakin, nel caso la situazione ambientale che lo vede in contrasto con dirigenza e alcuni giocatori non dovesse presto cambiare), lo stesso non si può dire per la Lokomotiv, impantanata sullo 0-0 dal Terek Grozny.

ZONA RETROCESSIONE – Un’altra squadra della Capitale sta attraversando un grande momento: si tratta della Torpedo Mosca, che chiude con un pareggio in rimonta con l’Ufa di Kolivanov l’anno della sua risalita nella massima serie, uscendo per la prima volta in stagione dal gruppo delle squadre destinate alla retrocessione. Esulta infine anche l’Arsenal Tula di Dmitri Alenitchev, squadra che ha fatto una precisa scelta autarchica schierando solo giocatori di origini russe (a parte Kascelan, montenegrino): i giallorossi vincono in trasferta con il Rostov e tornano a respirare. Per tutti scatta ora lo sciogliete le righe: l’appuntamento con la Russian Premier League è fissato per il 7 marzo, quando comincerà lo sprint per un finale di stagione che si annuncia avvincente.

 

RISULTATI

Spartak Mosca-Ural 2-0: 63' Jurado, 85' Romulo;

FK Rostov-Arsenal Tula 0-1: 34' Kascelan;

Mordovia Saransk-Rubin Kazan 0-1: 42' Eduardo;

Torpedo Mosca-Ufa 2-2: 20' Carlos (U), 37' Tumasyan (U), 40' Putilo (T), 65' Mirzov;

Dinamo Mosca-Amkar Perm 5-0: 22' Kuranyi, 48' Valbuena, 67' Dzsudzsak, 82' Ionov, 88' Yusupov;

Terek-Lokomotiv Mosca 0-0;

Kuban-CSKA Mosca 0-1: 45' Musa;

Zenit-Krasnodar 4-0: 11' Garay, 55' Witsel, 62' Danny, 68' Smolnikov.

 

CLASSIFICA

Zenit San Pietroburgo 41 punti, CSKA Mosca 34, Dinamo Mosca* 32, Krasnodar 31, Lokomotiv Mosca 30, Spartak Mosca 29, Rubin Kazan 27, Kuban 26, Terek Grozny 25, Mordovia Saransk 20, Ufa 18, Torpedo Mosca 14, Ural 13, Amkar Perm* 12, Arsenal Tula 11, FK Rostov 11.

*: una partita in meno.




Commenta con Facebook