• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, l'agente di Giovinco allontana il Napoli

Calciomercato Juventus, l'agente di Giovinco allontana il Napoli

Andrea D'Amico: "Sono solo invenzioni giornalistiche"


Sebastian Giovinco (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

18/11/2014 18:45

CALCIOMERCATO JUVENTUS GIOVINCO NAPOLI FIORENTINA/ ROMA - Quello di Sebastian Giovinco, è uno dei nomi più caldi in questo momento sul fronte calciomercato Juventus: il trequartista cresciuto nel settore giovanile della 'Vecchia Signora', reclama spazio tra le fila dei bianconeri, è in scadenza di contratto a giugno e, per questo, è ambito da diversi club, tra i quali il Napoli (sempre alla ricerca di un sostituto per l'infortunato Lorenzo Insigne) e la Fiorentina, con la quale la Juventus potrebbe intavolare uno scambio con il difensore montenegrino Savic

Qualche giorno fa, l'agente di Giovinco, Andrea D'Amico, ha rivelato ai microfoni di Calciomercato.it che non c'è ancora stato "alcun contatto per il rinnovo del giocatore": tornato a parlare in giornata a 'Radio Kiss Kiss Napoli', il procuratore ha fatto il punto della situazione sulle voci che riguardano il suo assistito, tagliando il Napoli dalla corsa al giocatore e specificando al tempo stesso la volontà di non creare alcuna polemica con il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri.

"Quelle che si sentono in questo momento sul possibile approdo di Sebastian Giovinco al Napoli sono solo delle invenzioni giornalistiche - ha dichiarato D'Amico - E' chiaro che un giocatore del suo calibro abbia bisogno di giocare, ma non voglio fare alcuna polemica con l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri. Le convocazioni del commissario tecnico della Nazionale Antonio Conte, dimostrano quanto il ragazzo abbia delle grandi qualità. Lui è un giocatore capace di creare sempre la superiorità numerica in mezzo al campo, anche se chiaramente va messo nella condizione di rendere al meglio. Questo è un vecchio problema che hanno sempre avuto i giocatori con le sue caretteristiche, basti pensare a Gianfranco Zola che dovette lasciare il Parma e andare al Chelsea per esprimersi al meglio, oppure anche a Roberto Baggio che ha trovato la continuità di rendimento solo con un allenatore come Carlo Mazzone".

 




Commenta con Facebook