• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-PAOK SALONICCO

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-PAOK SALONICCO

Pizarro e Cuadrado creano, Gomez spreca. Poi ci pensa Pasqual


Cuadrado, Getty Images
Andrea Della Sala

06/11/2014 22:58

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-PAOK SALONICCO

 

FIORENTINA

Tatarusanu 6 – Mai chiamato in causa dai greci.

Tomovic 6,5 - Concede poco dietro e quando ne ha la possibilità non disdegna a proporsi davanti. Ha grande fisicità e dimostra di avere tecnica e corsa per spingersi avanti. Dall’86 Babacar sv.

Rodriguez 6 – Nessun errore contro lo sterile attacco Greco. Dopo gli errori commessi a Genova contro la Sampo gioca tranquillo e recupera fiducia.  

Basanta 5,5 – Fa il suo dovere contro il reaparto offensive del Paok, questa sera non in grande spolvero. Si perde nel finale quando Golasa lo fa secco e la Fiorentina subisce poi gol.

Pasqual 7 - Non ha troppo da fare in fase difensiva, così si prende la briga di attaccare solcando la fascia sinistra. Con l’esplosione di Alonso ha trovato meno spazio, ma non pare arrugginito. Trova una parabola vincente su punizione che regal ail pareggio alla Fiorentina.

Kurtic  6 - Fa una bella coppia con Pizarro. Lo copre e gli dà spazio, e quando ha palla non la butta mai via. Motorino perpetuo.

Pizarro 7 - Solita gestione da manuale della palla. Detta i tempi del gioco della Viola, verticalizza quando deve, è il fulcro del gioco della squadra di Montella. Quando ha la palla tra i piedi è davvero piacevole vederlo giocare.

Lazzari 5,5 – Non riesce a entrare in partita. Non trova la sua zona, prova qualche inserimento invano. Dal 57’ Marin 6,5 – Il suo ingresso fa ben sperare i tifosi viola. Dà fantasia alla manovra della Fiorentina, ogni volta che tocca palla crea qualcosa di importante.

Cuadrado 7 - Inutile ricordare la sua qualità e la sua tecnica. Al 24’ lancio millimetrico per Vargas, passano 5 minuti e con un cucchiaio manda in porta Gomez. Ogni tanto dovrebbe puntare dritto per dritto la porta.

Mario Gomez 5 - Ha da recuperare il tempo perduto, e ci mette subito la giusta voglia. Crea e disfa. Sembra partire con il giusto piglio, ma poi alla prima occasione si squaglia. Palla d’oro servitagli da Vargas e conclusione sbilenca del tedesco. Ha ancora due buone palle nel primo tempo ma non trova la porta. Stesso copione anche nella seconda frazione. Anche nel finale sbaglia un gol facile. Si guadagna buone occasioni, ma poi non riesce a sfruttarle.

Vargas 6,5 - La palla che serva al volo a Mario Gomez è da applausi. Libera il suo velenoso mancino rendendosi sempre pericoloso. Dal 70’ Borja Valero 6 – Entra e si mette in regia.

All. Montella 6: La sua squadra crea tanto, ma non segna e poi si mangia le mani. In una delle poche occasioni create dai greci prende gol. Aveva detto di togliere lo smoking, ma questa Fiorentina si piace ancora troppo. Pasqual gli regala lo strameritato pareggio.

 

PAOK SALONICCO

Glykos 7 - Ha da fare gli straordinari nel primo tempo. Instaura una sfida personale con Gomez e la stravince ai punti.

Kitsiou 5,5 - Quando Pasqual si fa vedere dale sue parti, fatica a contenerlo. Non è serata per spingersi avanti.

Katsikas 5,5 - Concede troppo a Gomez e gli va bene che l’attaccante tedesco non ha anora messo a posto la mira.

Vitor 5,5 - Come il compagno di reparto dà troppo spazio all’attacco viola, consente gli inserimenti e lascia anche calciare da fuori.

Spyropouolos 5 -Quando ha scoperto di avere di fronte Cuadrado non l’avrà presa di certo bene. Il colombiano fa quello che vuole: va sul fondo, si accentra, e lui non lo becca mai nemmeno per sbaglio.  Dal 90’ Tzavellas sv.

Tziolis 6 - Metronomo della squadra. Non riesce a fare quello che fa Pizarro dall’altra parte ma ci mette impegno e volontà.

Tzandaris 5,5 – Dovrebbe essere lui il costruttore di gioco dei greci, mai decisivo. Quando entra Marin inizia a sudare freddo.

Salpingidis 5,5 - E’ veloce e tecnico ma non trova gli spazi per fare male. Non si azion mai e nel finale viene sostituito per cercare di vivacizzare la manovra del Paok. Dal 70’ Martens 6,5 – Entra e fa gol nell’unica occasione che gli capita. Fa il verso a Gomez, concretizzando, a differenza dell’avversario, l’unica palla che gli capita.

Golasa 6,5  – Lo si vede a sprazzi e quando ha palla non combina quasi mai nulla. La squadra soffre e lui ne risente parecchio, ma all’improvviso tira fuori dal cilindro il colpo che risolve la partita. Si beve Basanta e dà il la all’azione del vantaggio del Paok.

F. Pereira 5 - Ha l’unica occasione del primo tempo del Paok, ma da buona posizione spara fuori. Esce dopo una prima frazione troppo spenta. Dal 46’ Maduro 5,5 – Entra per cercare di cambiare qualcosa ma non fa molto di più del suo compagno.

Athanasiadis 5,5 - Mai servito, quasi mai pericoloso. Non fa nulla per venire a prendersi palla, dalle sue parti non arrivano e così fa la figura dello spettatore. Dà palla a Martens, portandosi a casa almeno un assist.

All. Anastasiadis 5,5 – Primo tempo brutto del Paok, subisce la Fiorentina senza mai rendersi pericoloso. Prova a cambiare modulo e strategia nel secondo tempo e le cose sembrano migliorano. Trova il vantaggio ma poi Pasqual rimette il risultato in parità. Sarebbe stata troppo una vittoria.

 

Arbitro: Delferiere (Bel) 5,5 – Riesce a sbagliare l’unica decisione dubbia della serata. Trattenuta su Mario Gomez e possibile rigore per la Fiorentina non fischiato dal direttore di gara belga.

 

TABELLINO

FIORENTINA-PAOK SALONICCO 1-1

FIORENTINA (4-3-3): Tatarusanu, Tomovic (dall’86 Babacar), Basanta, Rodriguez, Pasqual; Kurtic, Pizarro, Lazzari (dal 57’ Marin); Cuadrado, Mario Gomez, Vargas (dal 70’ Borja Valero). In panchina: Neto, Alonso, Richards, Badelj, Babacar, Ilicic. Allenatore: Montella

PAOK SALONICCO (4-3-3): Glykos; Kitsiou, Katsikas, Vitor, Spyropoulos (dal 90’ Tzavellas); Tziolis, Tzandaris; Salpingidis (dal 70’ Martens), Golasa, F. Pereira (dal 46’ Maduro), Athanasiadis. In panchina: Itandje, Tzavellas, Pozatzidis, Koulouris, Konstantinidis. Allenatore: Anastasiadis

Arbitro: Delferiere (Bel)

Marcatori: 81’ Martens (P), 88’ Pasqual (F)

Ammoniti: 28’ Kitsiou (P)

Espulsi

 




Commenta con Facebook