• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Milan, Galliani: "Abbiamo corteggiato Conte. Balotelli voleva andarsene"

Milan, Galliani: "Abbiamo corteggiato Conte. Balotelli voleva andarsene"

L'amministratore delegato rossonero: "Acquisti a parametro 0? Si giudichi dal rendimento"


Gallani e Barbara Berlusconi © Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

19/09/2014 09:22

MILAN JUVENTUS CALCIOMERCATO INTERVISTA GALLIANI CONTE INZAGHI BALOTELLI MENEZ / MILANO - Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, ha rilasciato una lunga intervista al 'Corriere della Sera' alla vigilia della partita di campionato contro la Juventus. Tra i tanti temi affrontati, anche il calciomercato Milan della scorsa estate, con particolare riferimento all'attuale ct della Nazionale Antonio Conte.

LA CRISI DELLO SCORSO ANNO - "È come con le crisi economiche: tutti sono bravi a spiegarle dopo, nessuno ti dice prima che andrà in un certo modo. Ora è inutile parlarne, il passato non ha rimedio. Siamo in crescita. Rischio tribunale con Seedorf? A oggi, Clarence non ha fatto alcuna richiesta danni".

CONTE-MILAN - "Diciamo che un po’ di corteggiamento c’è stato. Antonio è un grandissimo allenatore. E secondo me Inzaghi gli assomiglia molto".

IL MILAN DI INZAGHI - "Abbiamo preso giocatori adatti alle idee di Inzaghi. C’è una sintonia totale, tra me, lui e il presidente Berlusconi. I rapporti con Barbara? Non ha più senso parlarne, c’è una divisione di compiti che funziona. Nessuno più di me conosce la capacità di motivare gli uomini di Silvio Berlusconi".

BALOTELLI - Chiosa finale dedicata al calciomercato: "Ho capito che il desiderio era di andarsene. Se crescerà diventerà un grandissimo giocatore. Il suo gol col Liverpool mi ha fatto molto piacere. No ai 'bad boys'? Diciamo che questo tipo di attenzione è un po’ cresciuta".

MENEZ - "Gli acquisti non vanno valutati per il costo, ma per il rendimento. È molto più difficile strappare alla concorrenza giocatori in scadenza. L’appeal del Milan aiuta, ma occorrono conoscenza del mondo degli agenti e relazioni con i club. Diego Lopez e Torres erano ancora legati a Real e Chelsea. Li abbiamo acquistati a zero solo grazie a rapporti personali".

Entra a far parte della nostra cerchia, Clicca G+




Commenta con Facebook