• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Italia, Tavecchio: "Conte il nostro condottiero, va bloccato l'arrivo degli extracomunitari"

Italia, Tavecchio: "Conte il nostro condottiero, va bloccato l'arrivo degli extracomunitari"

Il presidente federale: "Stiamo per aprire una stagione di riforme"


Carlo Tavecchio (Getty Images)
Marco Di Federico

01/09/2014 09:10

ITALIA CONTE NAZIONALE TAVECCHIO FIGC / ROMA - Parte ufficialmente oggi l'avventura della nuova Nazionale di Antonio Conte. Gli azzurri si ritroveranno a Coverciano in vista della doppia sfida contro Olanda e Norvegia, la seconda delle quali valida per le qualificazioni ad Euro 2016. Per parlare di Conte e del nuovo corso del calcio italiano è intervenuto stamattina Carlo Tavecchio ai microfoni di 'Radio Anch'io lo Sport'. "Stiamo per aprire una stagione di riforme, abbiamo la forza di essere persone serie ed italiani con la voglia di crescere. - le parole del presidente federale - Avevo in mente una 'cantera', dove fare crescere nuovi ct come Bearzot, Vicini o Valcareggi. Purtroppo la tempistica non è dalla nostra parte, dovevamo dare subito una svolta dopo quanto successo al Mondiale: avevamo bisogno di una persona che fosse anche un condottiero e si è presentata l'occasione di prendere Conte. E non potevo farmela scappare".

PROGETTO - "L'aiuto delo sponsor è stato fondamentale, non è stato facile per motivi economici ma ha capito quanto fosse importante puntare su Conte. Al ct è stata attribuita competenza totale del settore tecnico, dalla Under 15 alla prima squadra. Anche il ritiro di Sacchi non ci ha aiutato nella nostra voglia di ricostruire, ma nel nostro programma biennale il progetto della 'cantera' non verrà scartato. Semplicemente urgeva un intervento immediato. Senza fare critiche al passato prima c'erano scarsissimi legami tra gli allenatori e la gestione delle Nazionali. Conte ha subito cambiato registro, ora grazie ad anche Oriali porterà avanti una nuova stagione di incontri a Coverciano. Tutte le selezioni azzurre devono stare insieme".

STRANIERI - "Ieri ho visto tre partite e su 66 giocatori in campo ce n'erano solo 14 italiani. Innanzitutto è una questione giuridica, la libera circolazione dei lavoratori impedisce interventi a difesa dei nostri giocatori rispetto ai Paesi della UE, ma si può fare qualcosa per la quantità industriale di giovani extracomunitari che vengono a cercare fortuna in Italia. Purtroppo per la Figc è difficile imporre regole a livello giuridico. Bisognerebbe agire sui club per convincerli a puntare su calciatori italiani".




Commenta con Facebook