• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > Mondiale 2014, tentativo di truffa smascherato dal laziale Onazi

Mondiale 2014, tentativo di truffa smascherato dal laziale Onazi

Il calciatore e' stato avvicinato da un agente che proponeva di alterare l'andamento delle partite in Brasile


Onazi in azione (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio

01/06/2014 22:00

MONDIALE 2014 TENTATIVO COMBINE TRUFFA SMASCHERATO DA ONAZI / ROMA - A pochi giorni dall'inizio del Mondiale in Brasile, scoppia la grana 'combine': un tentativo di truffa è stato smascherato da un giornalista in incognito di 'The Sun' e, poi, dal centrocampista nigeriano della Lazio Onazi.

Un sedicente agente Fifa - riporta il quotidiano online nigeriano 'Tribune' - avrebbe dichiarato al giornalista (in incognito) di essere in grado di alterare l'andamento delle partite al Mondiale, dando la possibilità di scommettere in maniera 'sicura' su un cartellino giallo o su un rigore in una determinata partita. Per l'ammonizione il costo del 'servizio' era pari a 50mila euro, mentre per il tiro dal dischetto bisognava pagarne il doppio. Per rafforzare la sua tesi, l'agente avrebbe invitato nell'hotel di Milano in cui si teneva il meeting anche il calciatore nigeriano attualmente in forza alla squadra biancoceleste.

Pochi minuti fa attraverso il proprio profilo 'Twitter', Onazi ha dato la propria versione dei fatti: "Prima di tutto, voglio precisare di non aver alcun legame con persone coinvolte in problemi di corruzione e combine. Lunica cosa che mi lega a questo signore è che siamo entrambi nigeriani. Sono stato invitato a questo appuntamento ma non mi era stato specificato che si sarebbe parlato di 'combine'. Arrivato lì e preso atto che di questo si trattava, ho risposto chiaramente 'No' e me ne sono andato. Non prenderò mai parte ad azioni che possano mancare di rispetto al gioco del calcio".

La nazionale della Nigeria era già stata al centro delle polemiche per motivi simili nei giorni scorsi, a seguito di un autogol 'sospetto' nel corso dell'amichevole contro la Scozia. GUARDA IL VIDEO!



\r\n

Commenta con Facebook