• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-LAZIO

Candreva c'e'. Riscatto Marchetti. Viola spenti, si salva Savic


Candreva (Getty Images)
Ilario Balì

03/03/2014 00:07

PAGELLE E TABELLINO FIORENTINA-LAZIO / FIRENZE – Terza vittoria esterna consecutiva per la Lazio di Edy Reja. Prova d’autorità per i biancoazzurri, tra cui spiccano le prestazioni di Candreva, migliore in campo, e della coppia di centrali difensivi composta da Cana e Ciani. I viola si svegliano tardi, ma trovano sulla loro strada un Marchetti in gran spolvero. Male l’attacco di Montella. Matri impreciso, Cuadrado indolente, Joaquin irriconoscibile. Savic l’unico a superare la sufficienza.

FIORENTINA

Neto 6 – Attento su un destro ravvicinato di Candreva nel primo tempo. Non proprio impeccabile sulla conclusione vincente di Cana. Si salva su un tentativo ravvicinato di Onazi.

Tomovic 5.5 –  Non la sua miglior serata. Spesso in affanno. Impreciso nei passaggi in fase d’impostazione. Vicino al gol nella ripresa. Ammonito e diffidato, salterà la Juventus.

Gonzalo Rodriguez 5.5 – Un tocco di mano non visto da Banti nel primo tempo al limite dell’area e un assist involontario a Cana per la rete del vantaggio.

Savic 6.5 – Vince il suo personale duello con Perea. Il migliore del pacchetto difensivo viola.

Pasqual 5.5 – Appannato e con poche idee. Dalle sue parti gli avversari fanno vedere le cose migliori. Gioca più alto nella ripresa ma spinge poco.

Mati Fernandez 5.5 – Poca assistenza ai suoi compagni di reparto, cresce alla distanza.

Aquilani 5.5 – Prova incolore per l’ex romanista nel suo personale derby. Non ci crede quando vede Marchetti volare negandogli la gioia del pareggio.

Ambrosini 6 – Fa sentire la sua esperienza in mezzo al campo. Qualche buona incursione in area di rigore. Si becca ingenuamente un giallo per simulazione. Dal 56’ Anderson 6.5- Impatto positivo sul match. Si presenta con una progressione da fare invidia ad un ragazzino. Merita maggiore spazio.

Cuadrado 5.5 – Nell’uno contro uno viene solo fermato dai falli. La gamba c’è, ma in avanti si vede poco.

Matri 5.5 – Servito poco e male in area di rigore. Soffre la marcatura ferrea di Cana. Dal 72’ Wolski s. v.

Joaquin 5 – Guardato a vista da Radu, ha poche occasioni per mettersi in mostra. Ha sul destro la palla del pareggio che spreca malamente. Dal 56’ Gomez 5.5 - Lontano dalla forma migliore.

All. Montella 5.5 – Assiste al match da un gabbiotto in tribuna per squalifica. La sua squadra sembra aver smarrito lo smalto dei tempi d’oro. L’assenza di Rossi e un Gomez a mezzo servizio non giustificano una preoccupante involuzione sotto il profilo del gioco e della manovra.

 

LAZIO

Marchetti 6.5 – Tutt’altra serata dopo le papere di Sofia. La notte bulgara sembra un lontano ricordo. Salva il risultato distendendosi su un’insidiosa girata di testa di Aquilani.

Konko 6.5 –Duello interessante con Quadrado, va spesso in sovrapposizione con Candreva, creando qualche problema in area di rigore viola. La traversa colpita prima dell’intervallo sta ancora tremando. Dal 64’ Novaretti s. v.

Ciani 6.5 – Non rinuncia ad attaccare e sempre pericoloso sulle palle alte nei calci di punizione. Tiene bene la posizione.

Cana 6.5 – Apre le marcature con un gol in acrobazia di pregevole fattura che non lascia scampo a Neto sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Governa bene il reparto arretrato con sicurezza e presenza fisica.

Radu 6 – Attento a contenere le incursioni di Joaquin, si immola su Quadrado evitando un gol che sembrava fatto.

Ledesma 5.5 – Non al top della condizione. Noie muscolari influenzano il suo rendimento. Dal 46’ Onazi 6.5 – Entra bene nel match diventando il padrone del centrocampo laziale. Tutto solo davanti a Neto si divora il raddoppio nel finale.

Biglia 6 – Si comporta meglio da centrale di centrocampo, dopo l’uscita di Ledesma, che da mezz’ala.

Gonzalez 6 – Ad un passo dal pareggio su cross perfetto di Pasqual nella prima frazione di gara. Più sciolto nella ripresa quando sfrutta bene gli spazi in avanti.

Candreva 7 – Convive da tempo con un’infiammazione al ginocchio, ma è da ammirare per abnegazione e generosità. Le azioni biancoazzurre più pericolose partono sempre dai suoi piedi.

Perea 6 – Non è Klose, spesso gioca da “falso nueve” favorendo gli inserimenti di Candreva e Lulic. Dal 89’ Keita s. v.

Lulic 6 – Dinamico e presente in avanti, affatticato nel rientrare in fase di copertura su Pasqual nel secondo tempo.

All. Reja 7 – Approccio perfetto al match da parte dei suoi. Pressing alto e buona personalità. Il suo è un capolavoro tattico, con tanti rimpianti per l’eliminazione in Europa League.

Arbitro: Banti 6.5 – Gli insulti dei tifosi viola e la contestazione del “Franchi” alla classe arbitrale non lo hanno scalfito più di tanto. Nessun caso da moviola ad inficiare la sua buona direzione di gara.

 

TABELLINO

FIORENTINA-LAZIO 0-1

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, G.Rodriguez, Savic, Pasqual; Mati Fernandez, Aquilani, Ambrosini (56’ Anderson); Cuadrado, Matri (72’ Wolski), Joaquin (56’ Gomez). In panchina: Lupatelli, Rosati, Roncaglia, Compper, Bakic, Matos, Vargas, Ilicic. All.: Montella (squalificato)

Lazio (4-3-3): Marchetti; Konko (64’ Novaretti), Ciani, Cana, Radu; Gonzalez, Ledesma (46’ Onazi), Biglia; Candreva, Perea (89’ Keita), Lulic. In panchina: Berisha, Stakhosha, Mauri, Anderson, Peiririnha, Biava, Kaicuta, Cavanda, Lombardi. All.: Reja

Arbitro: Banti

Marcatori: 5’ Cana (L).

Ammoniti: 7’ Ambrosini (F), 12’ Ciani (L), 35’ Lulic (L), 61’ Tomovic (F).

Espulsi: nessuno




Commenta con Facebook