• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-INTER

Borriello e Handanovic si annullano; bene Antonelli, male ancora Alvarez


Borriello (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

12/05/2013 14:54

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-INTER/ GENOVA – Allo stadio ‘Ferraris’ di Genova, Genoa e Inter danno vita ad uno 0-0 che permette ai padroni di casa di conquistare la matematica salvezza grazie alla contemporanea sconfitta del Palermo contro la Fiorentina. Tra i rossoblù, positive le prove di Borriello, vicino al gol in diverse occasioni, Antonelli e Manfredini. Kovacic e Handanovic i migliori dei nerazzurri, male ancora Alvarez.

GENOA

Frey 6 – Impegnato poco dall’attacco interista, ringrazia la traversa che lo salva su una conclusione dal limite di Rocchi.

Granqvist 6,5 – Schierato sulla destra con il preciso ordine di spingere al minimo, ferma ogni avversario che arriva dalle sue parti.

Portanova 6 – Sicuro e attento, non rischia mai più del necessario.

Manfredini 6,5 – Guida con autorità la retroguardia rossoblù facendo ricorso a tutta la sua esperienza-

Antonelli 6,5 – Spinge come un forsennato sulla sua fascia di competenza arrivando ripetutamente sul fondo per mettere in mezzo palloni invitanti.

Rigoni 6 – Senza infamia e senza lode: sceglie saggiamente sempre la giocata più semplice.

Matuzalem 6 – Non fa nulla per smentire la sua fama di ‘cattivo’ ma quando c’è da tener palla è uno dei migliori.

Vargas 5,5 – Appare frenato: non ha più il passo di una volta e quando viene chiamato in causa la manovra rossoblù è rallentata. Dal 90’ Moretti sv

Bertolacci 6 – Si muove tra le linee con ‘licenza di uccidere’ ma non va oltre un tiro da fuori che scalda le mani ad Handanovic.

Borriello 7 – Con un colpo di testa costringe Handanovica al miracolo, con una rovesciata sfoggia il pezzo forte del suo repertorio. Sempre pericoloso, non molla un attimo arretrando anche per dare una mano ai compagni. Dall’88’ Immobile sv

Floro Flores 6 – Spalla ideale per Borriello al quale riesce a creare spazio portandosi via il difensore di turno. Dal 75’ Kuckc sv

All. Ballardini 6,5 – Con un orecchio sempre rivolto a Firenze, i suoi cercano la vittoria nel primo tempo, salvo poi accontentarsi di un pari che vale una salvezza che qualche tempo fa sembrava insperata.

INTER

Handanovic 7 – Sotto esame dopo gli errori commessi con Napoli e Lazio, chiude a doppia mandata la porta nerazzurra sfoggiando una parata strappa-applausi su un gran colpo di testa di Borriello.

Ranocchia 6 – Stringe i denti e scende in campo nonostante le precarie condizioni fisiche: tiene botta fino ad un quarto d’ora dalla fine. Dal 77’ Spendlhofer sv

Cambiasso 6,5 – Stramaccioni gli chiede gli straordinari nominandolo centrale di difesa con il compito (svolto egregiamente) di aiutare Ranocchia e fare da ‘chioccia’ a Pasa.

Pasa 6 – Si ricicla difensore con grande spirito di sacrificio cavandosela senza troppe sbavature.

Schelotto 5,5 – Un paio di volate sulla fascia e niente più: meglio il diretto avversario Antonelli.

Kuzmanovic 6 – Prova di grande sostanza per il centrocampista serbo, bravo a proteggere l’estro di Kovacic.

Kovacic 6,5 – Dimostra di avere qualità da vendere questo ‘ragazzino’ arrivato a gennaio dalla Croazia: piedi educati, visione di gioco e personalità. Il futuro dell’Inter passa da lui.

Nagatomo 6 – Molto vivace soprattutto nella prima parte di gara, cala nella ripresa non avendo ancora i novanta minuti nella gambe.

Alvarez 5  - Ancora frastornato dalla deludente prestazione offerta contro la Lazio, resta troppo fuori dal gioco costringendo Stramaccioni a toglierlo dal campo dopo un’ora. Dal 60’ Cassano 6,5 – Porta imprevedibilità nella manovra nerazzurra e innesca Rocchi fermato solo dalla traversa.

Guarin 6 – Prova spesso a far esplodere il suo gran tiro senza mai riuscire ad abbinare forza a precisione. Dall’83’ Benassi sv

Rocchi 6 – Non sempre assistito a dovere dai compagni, appena può prova a rendersi pericoloso, come quando scheggia la traversa a Frey battuto.

All. Stramaccioni 6 – Deve inventarsi Cambiasso centrale per tutelare Ranocchia infortunato e Pasa fuori ruolo: la difesa a tre funziona pur concedendosi diverse volte al Genoa. 

Arbitro Tagliavento 6 - Spegne lo spirito bollente di Matuzalem in avvio e la partita scivola via senza particolari preoccupazioni.

TABELLINO

GENOA-INTER 0-0

Genoa (4-3-1-2): Frey; Granqvist, Portanova, Manfredini, Antonelli; Rigoni, Matuzalem, Vargas; Bertolacci; Borriello, Floro Flores (dal 75’ Kucka). All.: Ballardini.

Inter (3-4-2-1): Handanovic; Ranocchia (dal 77’ Spendlhofer), Cambiasso, Pasa; Schelotto, Kuzmanovic, Kovacic, Nagatomo; Alvarez (dal 60’ Cassano), Guarin (dall’83’ Benassi); Rocchi. All.: Stramaccioni.

Arbitro: Tagliavento
Marcatori:
Ammoniti: 36’ Guarin (I), 43’ Matuzalem (G).

 




Commenta con Facebook