Breaking News
© Getty Images

Legge stadi, Alfano: "Fiducia del Parlamento entro Natale, la tessera del tifoso funziona"

Il vice premier sull'arrivo di Thohir: "E' la globalizzazione"

STADI LEGGE ALFANO TESSERA DEL TIFOSIO / MILANO - Angelino Alfano scende in campo per difendere il mondo del calcio. Il vice premier e ministro dell'Interno ha trascorso un'intera mattinata in Lega a tu per tu con i presidenti della Serie A. L'obiettivo è chiaro: varare una buona volta la legge sugli stadi. "Noi non dobbiamo fare diventare la questione dell'infrastrutturazione sportiva una questione teologica. Stavolta c'è materia per essere d'accordo. Sono convinto che il testo che presenterà il Governo avrà la fiducia del Parlamento e che la legge verrà pubblicata entro Natale in Gazzetta Ufficiale. - le parole di Alfano a 'La Gazzetta dello Sport' - I nostri club hanno fatto grandi passi in avanti. Va a loro riconosciuto lo sforzo di una bonifica che si misura con i risultati degli ultimi 5-6 anni, dal caso Raciti in poi. Risultati che non sarebbero stati ottenuti senza la collaborazione delle società. Certo, va rivisto l'esperimento degli steward, che ha funzionato ma anche manifestato dei limiti. Avendo effettuato in questi anni una sostanziale ripulitura nella presenza degli stadi, adesso occorre aprire la possibilità di uno sbigliettamento più facile, anche attraverso canali elettronici come smartphone e pc. Questi strumenti devono servire ad avere la tracciabilità dell'acquisto, cosa che garantisce la sicurezza, e per un altro verso ad assicurare maggiore facilità nell'acquisto del biglietto. Il punto che noi dobbiamo restituire alla libertà dei tifosi è quello di decidere all'ultimo minuto di andare allo stadio".

TESSERA DEL TIFOSO - "Ha prodotto buoni effetti e se ci sono dei limiti vanno corretti, ma è un'idea che funziona ancora. Ci sono state due interpretazioni differenti. Una più romantica, quella della carta di fedeltà, e una sostanzialmente più securitaria, che è quella che più spesso si è sviluppata in modo pratico. Dobbiamo fare sì che si possa ritornare alla filosofia originaria in cui la tessera del tifoso era una modalità di manifestazione di tifo per la propria squadra del cuore e al tempo stesso una personale collaborazione affinché gli stadi siano più sicuri e più frequentabili".

PALLOTTA E THOHIR - "Roma e Inter restano brand italiani, in un'economia globale non si può rispondere con un calcio locale. È la globalizzazione".

Notizie   Roma  
Roma, Spalletti: "Addio Totti? Lo gestiremo in modo naturale"
Il tecnico giallorosso sull'ultima partita del numero 10
Notizie   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Vittoria che vale tanto. Condizionati dal FPF"
Il tecnico ha parlato al termine del match dell''Olimpico'
Notizie   Inter   Lazio
Serie A, Lazio-Inter 1-3: I nerazzurri rialzano la testa
Biancocelesti rimontati dopo il gol del vantaggio firmato Keita