Breaking News
x
  • Juventus, il calvario senza fine di Marchisio
    © Getty Images

Juventus, il calvario senza fine di Marchisio

Il centrocampista bianconero vittima di un altro infortunio

JUVENTUS MARCHISIO INFORTUNIO / In casa Juventus non si devono fare solamente i conti con l'infortunio capitato a Paulo Dybala, che terrà l'argentino lontano dai campi per almeno 40 giorni, ma anche con quello subito da Claudio Marchisio durante il derby di Coppa Italia contro il Torino. Il problema riscontrato dal numero 8 bianconero, un trauma distorsivo agli adduttori della coscia sinistra, pare essere più grave del previsto ed i tempi per il rientro in campo del centrocampista sono stimati in circa un mese.

Un mese in cui la Juventus avrà un calendario ricco di impegni e avere un Marchisio in più in rosa avrebbe fatto comodo a Massimiliano Allegri

Juventus, tutti gli infortuni subiti da Marchisio

All'inizio di questa stagione, sembrava finalmente terminato lo sfortunato periodo di Marchisio; poteva essere l'annata del grande ritorno e invece i problemi fisici hanno continuato ad attanagliare il "Principino", sempre al centro di svariate voci di calciomercato. Il calvario del ragazzo cresciuto con il bianconero addosso è cominciato nell'aprile del 2016 quando, a seguito di un contatto con Vazquez del Palermo, subì la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro; un infortunio che gli fece saltare anche l'Europeo con l'Italia. Ritornato in campo nella stagione 2016/2017, Marchisio fu vittima di vari problemi muscolari che ne limitarono l'impiego: solo 29 presenze, più che altro spezzoni di partita, tra campionato e coppe. Nell'estate 2017, il centrocampista aveva smaltito tutti gli acciacchi ed era pronto a dare il via alla stagione del rilancio. A fine agosto, però, l'ennesimo stop: il ginocchio operato non reggeva gli sforzi e bisognava sottoporlo ad una terapia di rafforzamento del muscolo. Adesso un altro problema per lui. Tanti guai fisici che potrebbero allontanare la bandiera bianconera dalla Juventus la prossima estate. 

Emanuele Catone

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)