Breaking News
  • Figc, nuovo protocollo stadi: “Serve accesso facilitato”
    © Getty Images

Figc, nuovo protocollo stadi: “Serve accesso facilitato”

Il documento firmato da Federazione, Coni, Ministri degli Interni e dello Sporto, Leghe e Associazioni

FIGC STADI / Rafforzare la legalità, migliorando la fruizione degli stadi di calcio. E’ questa la sintesi del nuovo Protocollo d’intesa "Il rilancio della gestione, tra partecipazione e semplificazione", firmato oggi, presso la sede della Federcalcio a Roma, da Figc, Coni, Ministro dell’Interno, Ministro per lo Sport, Lega Serie A, Lega B, Lega Pro, Lnd, Aic, Aiac e Aia.

Nuova strada. Il direttore generale della Figc, Michele Uva, ha aperto la conferenza sottolineando l’importanza del nuovo modello: "Il percorso è nato qualche mese fa. Dieci anni fa il calcio ha avuto un momento di difficoltà per quanto riguarda l’ordine pubblico. Ora c’è una naturale evoluzione con il calcio al centro in termini di accoglienza. Oggi presentiamo un nuova strada. Il protocollo prevede tre strade: impiantistica sportiva, organizzazione e fruibilità, tra cui l’acquisto libero del biglietto nelle partite non a rischio. Occorrono stadi con accesso facilitato".

La dottoressa Daniela Stradiotto, presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, a margine dell’evento ha enunciato nel dettaglio le novità: "Semplificazione e partecipazione. La Tessera del tifoso evolve, non si chiamerà più così e in tre anni sarà solo strumento di marketing per le società, una carta di fidelizzazione. Per le partite a rischio alto può essere richiesta dalle società stesse che accedano solo i fidelizzati. L’abbonamento è svincolato dalla tessera del tifoso, non sarà più necessaria, fatte salve le campagne di marketing. Tamburi e megafoni saranno ammessi. La biglietteria sarà aperta nel giorno della gara, tranne per il settore ospiti. I biglietti saranno nominativi e il titolo sarà incedibile per le partite a rischio. Verranno abolite le campagne porta un amico o due amici allo stadio, ma fin della prossima prima partita di campionato con il rischio minimo si può andare in trasferta senza tessera del tifoso".

Carlo Tavecchio, presidente Figc: "Giornata come oggi è un fiore all’occhiello.

Lo stadio deve essere un ritrovo, non un posto di paura per i giovani, che vanno educati. Va cancellata la paura dello stadio. Serve un’educazione civica-sportiva".

Malagò, presidente del Coni: "Bella giornata per il calcio e per lo sport. Era un problema e lo è stato per molti anni. Abbiamo vissuto stagioni difficili con problematiche che hanno portato a dei provvedimenti. Grazie e complimenti a Ministro Interno, forze dell’ordine, Onms, e Ministro Sport. C’è cambiamento culturale: per qualche anno si è voluto rendere complicato l’accesso agli stadi, per una serie di accadimenti, ora si passa ad aspetti di inclusione. Sono stati persi degli spettatori. Da oggi si ricomincia a risalire la china. Tutti i provvedimenti presi sono di buon senso, spetta alle società. Manca ancora l’ammodernamento dell’impiantistica sportiva delle società professionistiche. Tutti i Paesi che hanno avuto l’opportunità di avere impianti nuovi, li hanno fatti e sono sorti in concomitanza di grandi eventi".

Lotti: "Piace definirlo un ulteriore passo in avanti verso una direzione diversa per offrire una nuova immagine del calcio. La strada è ancora lunga e tanto abbiamo fatto. Siamo convinti che questo passo aiuti, insieme alle altre novità normative, le persone a tornare allo stadio e le famiglie, tornando a vivere il calcio come un gioco. Sì ai tamburi e megafoni allo stadio".

Minniti: "Oggi giornata importante. Risultato è frutto di un lavoro comune. Investimento di fiducia. Abbiamo un’idea della sicurezza che sia tranquilla. Gli stadi non c’entrano nulla con la paura e noi vogliamo togliere questo sentimento. Il limite invalicabile è quello della violenza. Partecipazione più serena e tranquilla possibile, tenendo fuori la violenza. Questo deve essere l’obiettivo comune. E’ un percorso che oggi cominciamo e che siamo convinti porterà a risultati obiettivi. Punto di conclusione è l’ammodernamento degli stadi. Stadi moderni e adeguati sono importanti per sicurezza e risultato sportivo".

Valerio Cassetta

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)