• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Sampdoria, Giampaolo: "Cassano può diventare un grande allenatore"

Sampdoria, Giampaolo: "Cassano può diventare un grande allenatore"

L'allenatore blucerchiato: "Sono soddisfatto del calciomercato estivo"


Marco Giampaolo ©Getty Images

12/10/2016 12:30

SAMPDORIA INTERVISTA A MARCO GIAMPAOLO SU LA REPUBBLICA / GENOVA - L'allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo ha rilasciato un'intervista a 'La Repubblica'. Queste le sue dichiarazioni:

FERRERO - "Io penso che abbia voluto lanciare un messaggio istituzionale, dare un atto di presenza. Io ci sono, la società c'è, è partecipe, ma anche vigile, attenta. Dopo quattro sconfitte lo comprendo e lo accetto. Vado avanti, però, senza cadere nel dibattito pubblico. Tanto alla fine a giudicarmi sono i risultati. Ferrero sa come lavoro e come la penso. Se la società pretendesse un'altra cosa, non mi avrebbe scelto".

IL CALCIOMERCATO ESTIVO - "Mi ha soddisfatto. Tutti gli allenatori pensano a degli aggiustamenti, ma ora non è il  momento di parlarne. La politica è figlia dell'idea del club, si punta sui giovani e a me sta bene. I giocatori che ho sono funzionali, disponibili, tutti intelligenti e ricettivi. Castan? E' un ottimo giocatore, ma nel mio modo di pensare difensivo era indietro. Era venuto qui per giocare, io gli ho detto: non te lo posso garantire adesso e lascio a te la scelta. Un mio atto di onestà, ma non lo rimpiango, non era funzionale al mio progetto. A trent'anni non posso smontarlo e rimontarlo. Come invece sto facendo con Dodò. Sta crescendo, quando mi dimostrerà che la sua attenzione sui meccanismi difensivi non cala mai, giocherà. E magari non esce più. Skriniar invece è stato messo in croce. Prenda nota: in certi momenti fa letture straordinarie della gara. Diventerà un difensore fortissimo. Praet? Ha gamba per fare il centrocampista. Qualità indubbie, con il tempo uscirà. Ci vuole pazienza con Schick, su cui scommetto. Bruno Fernandes avrà tanto spazio: non è un limite essere devastante a partita in corso. Torreira? Deve migliorare la qualità, ma ha sempre i tempi giusti. Ora merita, ma so che c'è anche Cigarini. Che sta crescendo. Linetty? Intelligentissimo, impara al volo".

CASSANO - "Irreprensibile, sino a quando l'ho allenato. Volutamente lo trattavo peggio degli altri, per stimolarlo. Anche adesso spesso facciamo due chiacchiere, è intelligentissimo, fiuta le cose prima degli altri e capisce molto di calcio. Può diventare un grande allenatore. Averlo in gruppo non mi avrebbe dato fastidio, perché io gli ho parlato chiaro sin dall'inizio, il passato non conta, fai le cose per bene e io ti terrò in considerazione. La vicenda Cassano passa sopra la mia testa. Una scelta figlia di una politica societaria e io faccio l'allenatore".

S.D.




Commenta con Facebook