• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, Cerci si offre: "Seguirò l'esempio di Candreva"

Calciomercato Lazio, Cerci si offre: "Seguirò l'esempio di Candreva"

L'esterno dell'Atletico Madrid: "Il Bologna mi ha dato una mezza parola per gennaio"


Alessio Cerci ©Getty Images

10/10/2016 09:32

CALCIOMERCATO LAZIO BOLOGNA CERCI IMMOBILE VENTURA / ROMA - Alessio Cerci ha voglia di tornare in campo dopo l'operazione al ginocchio che lo costringe ai box da diversi mesi. "L'infortunio al menisco è alle spalle, tra un mese e mezzo al massimo torno in campo - ha detto l'attaccante esterno dell'Atletico Madrid nel corso di una intervista al 'Corriere dello Sport' - A gennaio voglio trovare una squadra che mi faccia sentire importante: sono convinto di poter fare bene, ma ci sarà bisogno di convinzione anche da parte di chi mi prenderà. Preferirei tornare in Italia, se troverò una soluzione rientrerò volentieri. Ma non sarebbe un problema giocare all'estero. In estate c'era l'interessed della Lazio, non erano convinti per via del ginocchio, vediamo cosa succederà nei prossimi mesi".

Nell'ultima sessione estiva di calciomercato, in realtà, Cerci fu più vicino al Bologna, con cui sostenne anche le visite mediche: "Hanno calcolato i miei tempi di recupero, erano lunghi e hanno preferito aspettare. Mi hanno dato una mezza parola per gennaio". A proposito di gennaio, il suo nome viene accostato sempre con più insistenza al calciomercato Lazio, lui che è cresciuto sull'altra sponda del Tevere: "Non sarebbe un problema giocare nella Lazio. Della Roma ho bei ricordi, ma il calcio porta a fare scelte che diano opportunità di giocare. Candreva inizialmente ha avuto problemi, poi ha conquistato tutti i laziali: il suo esempio è lampante. Immobile? C'era e c'è un ottimo rapporto in campo e fuori. Ciro dà tutto nei 90 minuti e se ha la palla giusta ci arriva prima del difensore. Con la Lazio andrà sicuramente in doppia cifra. Ventura? Non smetterò mai di ringraziarlo, ha fatto vedere il vero Cerci. E' il miglior allenatore italiano, ha una marcia in più ma ha bisogno di tempo per incidere. Con lui in panchina ho una possibilità in piu di tornare in Nazionale, lavorerò sodo per raggiungerlo in azzurro".

M.R.




Commenta con Facebook