• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PORTOGALLO-GALLES

PAGELLE E TABELLINO DI PORTOGALLO-GALLES

Ronaldo si accende e porta in finale il Portogallo. Bale l'ultimo ad arrendersi per il Galles


Cristiano Ronaldo ©Getty Images
Rocco Crea (Twitter @Rocco_Crea)

06/07/2016 22:58

ECCO LE PAGELLE DI PORTOGALLO-GALLES:

 

PORTOGALLO

Rui Patricio 6 – Blocca due conclusione centrali di Bale e ne respinge una terza in tuffo. Per il resto ordinaria amministrazione.

Cedric Soares 6 – Fermo sulla sua posizione quando il risultato è ancorato sullo 0-0, appare un po’ troppo timido. Dopo il gol di Ronaldo dimostra molto più coraggio, ma a quel punto è anche più facile.

Bruno Alves 6,5 – Impeccabile su ogni pallone, annulla Robson-Kanu con sicurezza. Peccato per l’ammonizione, rimediata, giustamente, per essersi posto davanti ad Hennessey impedendogli il rilancio immediato. Soprattutto a risultato già in ghiaccio.

Josè Fonte 7 – Benissimo specie nel primo tempo, quando Bale è più pimpante e lui non sbaglia mai un uno contro uno, scegliendo sempre bene il tempo di intervento. Ottima gara la sua.

Raphael 6 – Come il collega dell’altra fascia non sgroppa granchè, mantenendo più che altro la posizione e svolgendo il compitino.

Danilo 7 – Una diga lì in mezzo. Non perde un pallone, ne conquista una marea. Sul finale va anche vicino al gol pur calciando male, con la collaborazione di Hennessey che blocca in due tempi. Fondamentale per il gioco dei suoi.

Joao Mario 6,5 – Molto tecnico, dispone anche di un discreto cambio di passo. L’unica pecca rimane comunque il fine della giocata, che talvolta non risulta troppo concreto, specialmente nel primo tempo. Comunque buona la sua prova.

Adrien Silva 6,5 – Molto bene in fase difensiva, perché compone una diga insieme al più tecnico Joao Mario. Lui si dedica prettamente alla corsa ed al recupero palla, senza mai commettere errori. Dal 79’ Joao Moutinho s.v.

Renato Sanches 6,5 – Cresce molto col trascorrere dei minuti, perché anche lui parte in sordina. Il gol di Ronaldo spiana la strada e le sue scorribande palla al piede si fanno più frequenti sino a provare anche la conclusione appena prima di uscire. Dal 75’ Andrè Gomes s.v.

Nani 6,5 – Dopo un primo tempo anonimo è lesto nell’allungo sul tiro strozzato di Ronaldo, siglando così il raddoppio dei lusitani. Diviene una spina nel fianco da quel momento per la difesa del Galles. Dall’86’ Quaresma s.v.

Ronaldo 7,5 – Un primo tempo insufficiente, poi il colpo di testa che vale il vantaggio del Portogallo ad inizio ripresa. Uno stacco perentorio, un terzo tempo da brividi. Vizia il gol del raddoppio in virtù di una conclusione strozzata da fuori area e va vicinissimo al terzo gol con un calcio di punizione che sfiora la traversa. Il record di Platini ora è raggiunto, ma adesso la rivincita di Euro 2004 è a portata di mano.

All. Santos 6,5 – Primo tempo quasi inguardabile dei suoi, senza emozioni. La ripresa va meglio, anche se bisogna capire quanto sia il merito da attribuire al gioco collettivo o al solito jolly tirato fuori da CR7. Una cosa è certa, il contropiede del Portogallo può fare molto male a chiunque.  

 

GALLES

Hennessey 5 – Ronaldo lo fulmina di testa al 50’, mentre Nani brucia i compagni della difesa e lui non ha la reattività necessaria per compiere il miracolo. Indeciso su una conclusione di Nani da fuori, sul quale Joao Mario per poco non riesce a segnare e anche sulla conclusione parata in due tempi su Danilo.

Gunter 5,5 – Bene nel primo tempo, quando si schiaccia sempre per fornire collaborazione ai tre centrali, formando una difesa a cinque. Una dose di coraggio maggiore per piegare questo Portogallo non avrebbe fatto male, anzi.

Chester 4,5 – Si perde Ronaldo troppo facilmente in occasione del gol, rimanendo ancorato sulla sua zolla in marcatura. Poi va in bambola, e viene anche ammonito proprio per un intervento fuori tempo su Ronaldo che quasi causa il terzo gol da punizione.

Collins 6 – Impeccabile nel corso del primo tempo, riesce persino ad annullare letteralmente Ronaldo. Nella ripresa sbaglia soltanto in occasione del raddoppio, quando lascia troppo libero Nani con la collaborazione di Williams. Poi esce. Dal 66’ J. Williams 5,5 - Entra nel tentativo di dare una mano in fase di spinta, ma la direzione della gara ha già preso una piega definitiva.

A. Williams 5,5 – Nani sbuca fra lui e Collins nell'azione del raddoppio. E’ un peccato, anche perché nel primo tempo risulta buona la sua prova. Nel secondo, specie dopo i gol, fa quello che può.

Taylor 5,5 – Anche lui troppo basso nella linea di difesa a cinque voluta da Coleman, avrebbe potuto offrire un contributo maggiore in fase offensiva per creare grattacapi ai lusitani.

Allen 6 – Nel complesso non male la sua prestazione. Il raddoppio di Nani taglia le gambe a tutta la squadra, comprese le sue, ma il dinamico centrocampista è l’uomo che corre di più nel Galles. Recupera anche buoni palloni.

Ledley 5 – Staziona più che altro in mezzo al campo, cercando di contenere i contropiedi lusitani, senza tuttavia proporsi con inserimenti senza palla in aiuto delle due punte. Esce dopo il micidiale uno-due del Portogallo. Dal 58’ Vokes 5 – Coleman lo inserisce per dare più consistenza all’attacco. Ci mette impegno ma i palloni giocabili sono pochi. E lui non ha la personalità di andarli a prendere.

King 5 – Poche incursioni. Coleman lo arretra con l’ingresso di Vokes, ed a quel punto sparisce totalmente dalla manovra già fievole della squadra.

Robson-Kanu 5 – Non solo non riesce mai a concludere in porta, ma appare anche disorientato in mezzo ai due centrali portoghesi. Bale deve fare tutto da solo, sia accelerare che persino concludere. Dal 63’ Church 5 – Anche lui finisce presto nel dimenticatoio. Non un pallone degno di nota giocato.

Bale 6,5 – Ci mette il cuore, oltre alla tecnica, nel duello a distanza con Ronaldo. E’ il giocatore più esperto e più forte dei suoi e si vede: compie corse di 40 metri e conclude tre volte in porta. Non può giocare a ritmi elevati per tutta la gara ed è normale. Lui è il Galles.

All. Coleman 6 – A questo punto anche raggiungere la finale poteva starci per i suoi ragazzi. Probabilmente l’unica vera pecca è stata l’assenza di gioco sulle fasce, perché la qualità, lo si sapeva, pendeva dalla parte dei lusitani. Col 5-3-2 è necessaria in fase di possesso. Troppo pesanti le assenze di Ramsey e Davies. L'eliminazione comunque non macchia un Europeo che sicuramente rimarrà nella storia.

 

Arbitro: Eriksson 5,5 – Sbaglia subito quando non sanziona il netto fallo di A. Williams su Ronaldo, lasciando addirittura correre. Bravo a non segnalare il fuorigioco con la collaborazione degli assistenti sul raddoppio di Nani, perché l’attaccante è perfettamente in linea con i centrali del Galles. Non dimostra troppa personalità quando ammonisce Ronaldo solo su sollecitazione dei giocatori del Galles.

 

TABELLINO

Portogallo-Galles 2-0

Portogallo (4-1-2-1-2): Rui Patricio; Cedric Soares, Bruno Alves, Josè Fonte, Raphael; Danilo; Joao Mario, Adrien Silva (dal 79’ Joao Moutinho); Renato Sanches (dal 75’ Andrè Gomes); Nani (dall’87’ Quaresma), Ronaldo . A disp.: Eder, Vieirinha, Rafa, Carvalho, Eliseu, Anthony Lopes, Eduardo. All. Santos.

Galles (5-3-2): Hennessey; Gunter, Chester, Collins (dal 66’ J. Williams), Williams, Taylor; Allen, Ledley (dal 58’ Vokes), King; Robson-Kanu (dal 63’ Church), Bale. A disp.: G. Williams, Ward, Edwards, Fon Williams, Cotterill, Richards, Vaughan. All. Coleman.

Marcatori: 50’ Ronaldo (P), 53’ Nani (P)

Arbitro: Jonas Eriksson (SVE)

Ammoniti: 7’ Allen (G), 62’ Chester (G), 71’ Bruno Alves (P), 72’ Ronaldo (P), 89’ Bale (G)

Espulsi: 




Commenta con Facebook