• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > LA MOVIOLA DI CM.IT - Annullato ingiustamente il vantaggio della Fiorentina, Zapata atterra Miranda

LA MOVIOLA DI CM.IT - Annullato ingiustamente il vantaggio della Fiorentina, Zapata atterra Miranda

Celi nega un rigore all'Inter, Cervellara duro su Gomez. Tagliavento ferma Bernardeschi


Tagliavento ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

25/04/2016 07:50

MOVIOLA MIRANDA BERNARDESCHI CANDREVA KEITA / ROMA - Negativa la 35a giornata di serie A per l'arbitro Celi, che lascia correre ben tre episodi dubbi in Inter-Udinese. Rocchi tiene bene le redini di Frosinone-Palermo, mentre Fabbri nega un rigore a Falcinelli in Torino-Sassuolo. Cervellara perde il controllo dei cartellini e a pagare, in Atalanta-Chievo, è Gomez. Bene Damato in una gara che risulta semplice come Bologna-Genoa, mentre Rizzoli inizia a riprendersi in Sampdoria-Lazio, dopo le ultime prestazioni deludenti. Infine Tagliavento risulta eccessivamente protagonista in Fiorentina-Juventus, negando il vantaggio ai viola e negando svariati cartellini.

 

INTER-UDINESE 3-1, arbitro Celi 5,5 - L'Inter vince infine la gara contro l'Udinese, il che solitamente fa scemare le polemiche ma la prestazione di Celi lascia qualche dubbio. Sono tre episodi da rivedere. Il primo è la trattenuta di Wague su Icardi, troppo leggero forse nel lasciarsi cadere. Miranda viene poi atterrato da Zapata e in tal caso sembrano esserci gli estremi per il calcio di rigore. Infine, nonostante la distanza ravvicinata, dubbi vengono sollegati dal mani di Badu. 

FROSINONE-PALERMO 0-2, arbitro Rocchi 6 - Gara delicata, dal momento che le due squadre si giocavano una fetta di salvezza. Il primo tempo è di puro studio, il che facilita il lavoro di Rocchi. La tensione cresce nella ripresa ma il fischietto gestisce bene il match. 

TORINO-SASSUOLO 1-3, arbitro Fabbri 6 – Sfida combattuta fino alla fine sul fronte del risultato ma, per quanto riguarda gli episodi arbitrali, l'unico da sottolineare avviene al 55', quando Falcinelli chiede un rigore per un contatto con Moretti. 

ATALANTA-CHIEVO 1-0, arbitro Cervellara 5 – Non mancano le chiamate difficile in questa sfida per Cervellara. Proteste orobiche per due episodi da rigore non concessi, con l'arbitro che sia il tocco di mano di Radovanovic che il contatto con Diamanti. Richiesto il secondo giallo per Hetemaj, il cui intervento su Cigarini non pare fortuito. Da tale equilibrio però si passa al rosso diretto per Gomez, la cui manata a Hetemaj non pare volontaria.

BOLOGNA-GENOA 2-0, arbitro Damato 6 – Gli episodi principali sono concentrati nel primo tempo, con un rigore negato giustamente al Genoa, che accenna una timida protesta. Attua lo stesso metro di giudizio in quanto a cartellini, evitandone un uso eccessivo. Quando però Ntcham si fa trovare ancora in fallo, il giallo sarebbe più che giusto. 

SAMPDORIA-LAZIO 2-1, abitro Rizzoli 6,5 - Una gara ricca di episodi, con Rizzoli che non attraversa il suo miglior stato di forma. Forse eccessivi i gialli a Keita e Candreva per simulazione, mentre pare giusto il rigore concesso per il fallo di Dodò. Fa bene a lasciar parlare la tecnologia in caso della rete di Diakité. 

FIORENTINA-JUVENTUS 1-2, arbitro Tagliavento 5 - Una brutta serata per Tagliavento, che approccia alla gara in maniera un po' troppo fiscale, per poi dimenticare in parte il fischietto nella ripresa. Fa discutere in particolare il gol annullato a Bernardeschi per un fuorigioco che non c'è. Giusto invece annullare la rete di Khedira, in chiaro offside.




Commenta con Facebook