• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Bernardeschi: "Ricoprire più ruoli mi ha favorito. Terrorismo? Ci sentiamo colpiti"

Italia, Bernardeschi: "Ricoprire più ruoli mi ha favorito. Terrorismo? Ci sentiamo colpiti"

Il calciatore della Fiorentina ha parlato dal ritiro della Nazionale


GettyImages-516833786.jpg

22/03/2016 13:55

ITALIA SPAGNA BERNARDESCHI / COVERCIANO - Tra le novità nelle convocazioni di Conte per Spagna e Germania c'è Federico Bernardeschi. Il calciatore della Fiorentina ha parlato in conferenza stampa da Coverciano soffermandosi sulle news Italia: Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni del polivalente centrocampista viola. 

TERRORISMO - "Sono cose che non dovrebbero accadere. Tutti ci sentiamo colpiti, stiamo vicini alle famiglie delle vittime e speriamo che finiscano questi episodi. Giocare in Francia a porte chiuse? Non sta a me decidere, noi dobbiamo portare amore e felicità. Poi le decisioni le prenderanno altri ". 

NAZIONALE - "Ho fatto un bel percorso, sono orgoglioso di essere qui. Il fatto di ricoprire più ruoli mi ha aiutato e può essere utile alla squadra. L'infortunio mi ha fatto capire quanto sia importante il campo da calcio, mi ha fortificato". 

RUOLO - "Giocare anche da esterno è un'arma in più a mio favore, mi posso adattare a tanti moduli e questo non è assolutamente uno svantaggio. Quando mi è stato detto che dovevo giocare in quel ruolo non è stato facile, ma quando ci sei con la testa le cose ti vengono più facilmente. Sicuremente mister Sousa mi ha provato e mi ha dato continuità e fiducia nonostante le difficoltà dell'inizio. La squadra mi ha aiutato ad essere qui e voglio ringraziare i compagni perché anche i risultati singoli sono merito di un gruppo". 

SVEZIA - "E' una grande nazionale. Ibrahimovic è un grandissimo campione e tutti lo temono". 

CHAMPIONS - "La squadra quando un calciatore va in Nazionale è felice, può essere una spinta per il terzo posto". 

SOUSA E CONTE - "Sono due grandissimi allenatori. Sousa ha un carattere molto bello e mi ha aiutato tantissimo in questo anno. Sono cresciuto molto e devo molto a lui. Di mister Conte non è necessario che parlo io, parla il suo curriculum".

AMBIENTE AZZURRO - "Mi sono trovato benissimo, conoscevo già molti ragazzi. E' un gruppo fantastico e mi hanno messo subito a mio agio". 

NAZIONALE - "Ricordo il Mondiale 2006, vissuto da tifoso". 

B.D.S.




Commenta con Facebook