• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Siviglia-Juventus, Buffon: "Siamo simili a quelli del 2003. Non so se le altre hanno paura"

Siviglia-Juventus, Buffon: "Siamo simili a quelli del 2003. Non so se le altre hanno paura"

L'estremo difensore dei bianconeri ha parlato alla vigilia della gara di Champions


Buffon (Getty Images)

07/12/2015 19:15

SIVIGLIA JUVENTUS CHAMPIONS LEAGUE BUFFON / SIVIGLIA - Gianluigi Buffon, portiere della Juventus, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions contro il Siviglia. Ecco le sue parole: "Contento di essere il secondo come reti subite in Europa, solamente dietro a Trapp. Continuiamo in questo modo. Il Siviglia è migliorato molto, anche a livello di campo, prima c'era un terreno da beach soccer; grande rispetto per i nostri avversari. Il nostro non è un obiettivo piccolo, ma un grande obiettivo: quello di passare per primi nel girone. Se giochiamo senza spocchia possiamo fare gara contro tutti, e quest'anno soprattutto in ambito internazionale abbiamo attinto alle risposte che ci servivano nei momenti più duri. Se batti il City ed il Siviglia vuol dire che stai facendo bene".

JUVE EUROPEA - "Sono qui da un po' di anni per cui che io mi ricordi questa è una squadra che almeno in 15 anni si avvicina molto a quella della finale di Manchester".

LLORENTE - "Fernando è un ragazzo al quale noi tutti vogliamo veramente bene perché in questi due anni si è fatto apprezzare molto sotto tutti i punti di vista. Credo che in noi abbia lasciato un grande ricordo, di persona a modo, un ragazzo di una volta. Il suo sacrificio ed i suoi gol hanno fatto sì che negli ultimi anni si sia vinto".

RISCOSSA - "Non ho idea se alcune squadre abbiano paura di noi adesso. Vivendo il nostro spogliatoio e non quello delle altre posso solo dire che noi ancora siamo quinti e c'è da recuperare. Dobbiamo insistere sulla strada intrapresa da un mese a questa parte e su quello che pensano gli altri beh, ce lo diranno loro stessi".

O.P.




Commenta con Facebook