• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Inter, Insigne: "Sono forti, ma non li temiamo. Scudetto? Riparliamone a primavera"

Napoli-Inter, Insigne: "Sono forti, ma non li temiamo. Scudetto? Riparliamone a primavera"

L'attaccante: "Sarri mi ha dato fiducia sin dall'inizio, mi ha restituito al mio ruolo naturale"


Lorenzo Insigne ©Getty Images
Marco Di Federico

28/11/2015 09:28

INTER SCUDETTO INSIGNE SARRI / NAPOLI - Napoli-Inter è il big-match della 14a giornata di Serie A. Di fronte la prima e la seconda della classifica, in una sfida che promette scintille. Della sfida ai nerazzurri di Roberto Mancini, dello Scudetto e delle ultime news Napoli ha parlato Lorenzo Insigne sulle colonne della 'Gazzetta dello Sport'.

INTER - "Per noi attaccanti sarà dura, i loro difensori sono forti. Sono i meno battuti, hanno subito appena sette gol. - le sue parole - Ma anche per Icardi e compagni sarà tosta: la nostra difesa ha al passivo soltanto una rete in più. Insomma, loro sono forti, ma non li temiamo. Se l'Inter è prima in classifica vuol dire che lo sta meritando. Stiamo parlando di una grande squadra e per batterla ci vorrà il grande Napoli e la spinta di Fuorigrotta che di sicuro non mancherà. Felipe Melo ha detto che per fermare Higuain bisogna solo menarlo? Potrebbe darsi, ma prima di menarlo dovranno preoccuparsi di prenderlo..".

SARRI - "L'allenatore mi ha dato fiducia sin dall'inizio, mi ha restituito al mio ruolo naturale, esterno sinistro d'attacco e in questa posizione ho ritrovato sicurezza e gol".

SCUDETTO - "Preferisco restare sull'attualità e rimanere concentrato soltanto sulla partita di lunedì. Di Scudetto e di Europa League, non dimentichiamo che stiamo in corsa anche per questa competizione, ne riparleremo in primavera. È chiaro che noi dobbiamo essere più razionali, l'euforia lasciamola ai tifosi. Per il momento siamo secondi e faremo di tutto per essere in testa, dopo lunedì sera. Le distanze in testa alla classifica, sono brevi, le altre antagoniste potrebbero recuperare nel giro di qualche domenica".

NAZIONALE - "Io sono sempre stato sereno, Conte la motivò parlando di scelta tecnica. Bene, farò di tutto per fargli cambiare idea. La Nazionale è un bene troppo prezioso per perderla".




Commenta con Facebook