• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-FROSINONE

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-FROSINONE

La viola incanta trascinata da Babacar e Fernandez. Bene anche Suarez. Nel Frosinone si salva solo Zappino


Mario Suarez ©Getty Images
Rocco Crea

01/11/2015 14:31

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-FROSINONE:

 

FIORENTINA

Tatarusanu 6 – Siccome fare lo spettatore non pagante senza poltrona alla lunga stanca, allora Sousa gli concede l’inaspettato cambio facendo esordire Lezzerini. Dal 71’ Lezzerini 5 - Esordisce in A ma subisce subito gol in una gara già portata a casa dai suoi nel primo tempo. Esce coraggiosamente su Longo ma non trattiene il pallone sulla conclusione e viene bucato d Frara. 

Tomovic 6 – Svolge bene il compitino odierno non rischiando mai nulla, anche perché non avrebbe motivo di farlo visto che i compagni oggi brindano sulla metà campo del Frosinone.

Rodriguez 7 – Sigla la sua prima, splendida, rete stagionale grazie ad un magistrale colpo di tacco sulla punizione calciata da Mati Fernandez. In difesa vince nettamente il duello con Ciofani non facendogli mai vedere il pallone.

Roncaglia 6 – Anche lui bene nel terzetto di difesa schierato da Sousa. Attento e preciso nel chiudere sul nascere le rare sortite offensive ciociare che si svolgono dalle sue parti. Dal 58’ Rossi 6,5 - La condizione fisica migliora anche se non è ancora al top. Ci prova a trovare la prima rete stagionale in campionato ma è spesso Diakitè a sbarrargli la strada.

Rebic 7 – Fino al momento del gol raccoglie solo i richiami di Sousa, che gli chiede di cercare lo spunto e puntare l’uomo. Poi il magic moment in pochi secondi: il gol del vantaggio viola, non voluto, che arriva su un traversone sbagliato ed il palo su conclusione dal limite dell’area ciociara subito dopo. Il raddoppio lo agevola e lo fa giocare in scioltezza.

Badelj 6,5 – Grandissima sia la preparazione che la stessa conclusione con cui al quarto d’ora fa la barba al palo. Per il resto partita in cui svolge il ruolo di schermo davanti alla difesa, offrendo uno sbocco alla manovra quando i portatori di palla viola incontrano troppe maglie gialloblu.

Suarez 7 – Gioca un gran primo tempo realizzando anche il suo primo gol in Italia, che per la Fiorentina significa 4-0 in 45’. Partita fatta di tanta corsa, recuperi palla ma anche di sgroppate offensive centrali. L’intensità che ci mette è figlia della voglia che ha di dare un’impronta importante al match. E ci riesce.

Pasqual 6,5 – Alonso lo ha ormai superato nelle gerarchie di Sousa ma lui dispone comunque del solito sinistro fantastico, che gli consente di mettere in mezzo palloni pericolosi sia alti che rasoterra per Babacar.

Borja Valero 6,5 – E’ il cervello della squadra ed è sempre l’uomo che arretra a prendere palla quando il gioco non conosce vie di sbocco a causa degli avversari che spesso si difendono in massa. Se la Fiorentina mantiene un possesso palla che scoraggia il Frosinone è soprattutto per merito suo.

M. Fernandez 7 – Coglie al meglio l’opportunità che Sousa gli regala di giocare dal primo minuto e si rende decisivo in occasione del raddoppio e del tris viola. Calcia una punizione forte, tagliata, che diviene l’asst perfetto per la girata di Rodriguez, e si guadagna il rigore realizzato da Babacar qualche minuto più tardi.

Babacar 7,5 – Mette in difficoltà Zappino dall’inizio della gara facendosi respingere di piede una conclusione pericolosa ed in corner una seconda. Sigla il rigore con il cucchiaio e, nel complesso, gioca un primo tempo in cui mette in mostra forza e corsa. Ha la sfortuna di avere davanti uno come Kalinic, altrimenti non sfigurerebbe affatto come titolare fisso. Dal 45’ Verdù 6 – Colpisce la traversa con una conclusione molto strana, probabilmente anche deviata dal vento a pochi minuti dalla fine.

All. Sousa 8 – Esempio di dedizione e conoscenza del calcio. Dispensa consigli a chiunque e risveglia Rebic dal torpore dei minuti iniziali dicendogli apertamente di puntare l’uomo. Si diverte a ridisegnare come Giotto la Fiorentina man mano che la gara scorre, anche perché i suoi gli fanno dormire sonni tranquilli sin dall’inizio.

 

FROSINONE

Zappino 7 – Stellone sceglie lui e non Leali questa volta. Zappino lo ripaga superandosi nell’intervento di piede su Babacar nei primi cinque minuti. Devia ancora una conclusione della punta viola con un gran colpo di reni. I gol della Fiorentina non sono colpa sua. Sventa con un gran tuffo rasoterra una conclusione di Rossi sul finale.

M. Ciofani 5 – Non era questa la partita per sgroppare sulla fascia naturalmente, tuttavia limitarsi a fare il quarto centrale in linea di difesa non ha comunque offerto nulla di più.

Diakitè 5,5 – Non è giornata per il Frosinone ed anche per Diakitè, che atterra Fernandez in area causando il rigore che porterà alla terza marcatura viola. Tuttavia lotta fino alla fine ed impedisce il gol a Rossi gettandosi su una delle conclusioni del numero 22, e chiude tutti gli spazi che i compagni lasciano alla mercè della squadra di casa.

Bertoncini 4,5 – Non ci capisce nulla al Franchi e l’impatto con l’onda d’urto composta dai giocatori d’attacco viola è tremendo. Disorientato.

Crivello 5 – Rispetto a Ciofani prova quantomeno ad essere meno timido, anche se naturalmente resta lontano dalla sufficienza.

Paganini 5 – Ci voleva l’ammonizione per far notare la sua prestazione. Viene risucchiato nella completa insufficienza della prova del centrocampo ciociaro.

Chibsah 5 – E’ l’uomo che corre di più e che ha più forza del centrocampo ciociaro ma ciò non basta. Di buono si registra una sortita offensiva nei primi minuti del primo tempo, anche un po’ fortunata. Poi affonda col resto dei compagni di squadra all’urto contro i giocolieri viola. Dal 60’ Carlini 5,5 – Da segnalare solo per la buona giocata di tacco che serve a Verde per calciare e creare un pericolo. Per il resto non offre nulla in più rispetto alla prova del compagno sostituito.

Sammarco 5 – Il giudizio può essere solo dato per la fase difensiva, che lo vede fare densità assieme ai compagni di reparto in mezzo al campo, in aiuto alla difesa. In avanti è buio totale. Dal 73’ Gucher s.v.

Frara 5,5 –Il capitano è leggerissimo in avanti, dove non riesce ad offrire alcuna assistenza a Ciofani. Tuttavia trova il gol della bandiera raccogliendo l’involontario assist di Longo.

Verde 6 – L’unico a creare un pericolo serio alla porta della Fiorentina, prima della rete di Frara, quando calcia alto su ottimo servizio di Carlini e quando colpisce la traversa girandosi e concludendo dal limite dell’area toscana.

D. Ciofani 4,5 – Impietoso per lui il confronto con Gonzalo Rodriguez. Il difensore viola lo anticipa sempre e, quando non vi riesce, gli sradica il pallone dai piedi. Dal 60’ Longo 6 – Più convinzione ed intraprendenza rispetto a Ciofani, e lo dimostra nell’azione del gol che viene siglato da Frara per merito di un suo spunto personale.

All. Stellone 5 – L’impresa dello Juventus Stadium al Franchi non riesce. Ci si aspettava di più dal suo Frosinone perlomeno a livello caratteriale, ed invece la sua squadra si vede in attacco soltanto sul finale, quando la Fiorentina lascia fare.

 

Arbitro: Fabbri 6 – Partita facile per lui, anche perché la Fiorentina gioca da sola. Giusta la decisione sul rigore concesso ai padroni di casa.

 

TABELLINO

FIORENTINA-FROSINONE 4-1

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu (dal 71’ Lezzerini), Tomovic, Rodriguez, Roncaglia (dal 58’Rossi), Rebic, Badelj, Suarez, Pasqual, Borja Valero, M. Fernandez, Babacar (dal 45’ Verdù). A disposizione: Sepe, Blaszczykowski, Astori,Vecino, Ilicic, Gilberto, Kalinic, Bernardeschi. All. Sousa

Frosinone (4-4-1-1): Zappino, M. Ciofani, Diakitè, Bertoncini, Crivello, Paganini, Chibsah (dal 60’ Carlini), Sammarco (dal 73’ Gucher), Frara, Verde, D. Ciofani (dal 60’ Longo). A disposizione: Leali, Gori, Rosi, Dionisi, Tonev, Russo, Blanchard. All. Stellone

Marcatori: 23’ Rebic (F), 28’ Rodriguez (F), 31’ Babacar rig. (F), 43’ Suarez (F), 86’ Frara (F)

Arbitro: Michael Fabbri (Sez. di Ravenna)

Ammoniti: 27’ Paganini (F),

Espulsi: 




Commenta con Facebook