• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-SAMPDORIA

Azzurri bene un'ora, poi il tracollo, Albiol sconcertante. Eder ancora doppietta


Gonzalo Higuain (Getty Images)
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

30/08/2015 22:52

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-SAMPDORIA:

 

NAPOLI

Reina 6 - Poteva fare un pizzico di più sul secondo gol di Eder, si riscatta dopo poco con una gran parata su Muriel. Qualche problema con i piedi, un'altra gran parata a un quarto d'ora dal termine.

Maggio 5 - In ritardo sul gol di Eder, il compitino e poco più. Spinta intermittente sulla destra, idem l'attenzione in fase difensiva.

Albiol 4,5 - Primo tempo in gran sicurezza, chiusure sempre puntuali e precise. Poi l'ingenuità del rigore, un fallo evitabilissimo che mette in difficoltà i suoi. Va nel pallone e subito dopo prende un'altra imbarcata incredibile su Eder, che lo porta ai giardinetti e gli offre anche il gelato. Cinque minuti di follia, da lì in poi è l'oblio.

Koulibaly 6 - Per un'ora aveva impressionato per la sicurezza nelle chiusure e la personalità nel proporsi, poi capitola anche lui sulla splendida azione di Eder. Ma si dà da fare, spesso si ritrova a dover coprire anche le amnesie del compagno di reparto.

Hysaj 6 - Si propone poco, resta molto attento in marcatura su Muriel e su chi prova ad affondare su quel lato. Una prova diligente, senza grossi acuti ma senza errori marchiani. Dal 70' Ghoulam s.v.

Allan 6 - Qualche ombra ma anche qualche squarcio di luce, come l'ottimo assist ad Higuain ed un paio di percussioni che dimostrano che il calciatore c'è, deve solo ritrovare condizione e ritmo. Dal 58' David Lopez 5 - Ingresso inconsistente, non fa filtro e in impostazione è disastroso. Mette il timbro alla sua partita con quella conclusione in curva un secondo prima del fischio finale. Disarmante.

Valdifiori 5,5 - Di 'pazienza'. Il tocco si intravede, ciò che ancora non si vede è la personalità e la capacità di illuminare il gioco. Sarri ha detto che non è mai partito benissimo: i tifosi sperano che sia questo il problema. Dal 68' Jorginho 5 - Anche lui non cambia di certo volto al match, anche lui deve fare quello scatto di personalità che serve per affrontare il San Paolo. Il problema è che lo deve fare da quasi due anni.

Hamsik 5,5 - Qualche sortita a supporto degli attaccanti, una fase di grande sacrificio ad aiutare il centrocampo nel momento più difficile. Anche lui comunque non brilla di certo.

Insigne 7 - Dopo la prima uscita c'era già chi sollevava dubbi sull'opportunità di schierarlo trequartista. Oggi Lorenzo risponde da par suo. Assist da urlo a Higuain, un palo clamoroso e tante occasioni pericolose con la sua firma in calce. Se gli si può trovare una pecca è forse la tendenza a cercare sempre la giocata, ma appena ha un po' di spazio è letteralmente devastante.

Callejon 5 - Nel ruolo ibrido di seconda punta non riesce ancora a trovare gli spazi giusti. A metà primo tempo quasi trova la rovesciata spettacolare imbeccato bene da Insigne, ma la manca di poco. Tocca pochissimi palloni, da rivedere.

Higuain 7 - Due palloni che per uno come lui sono cioccolatini da scartare e scaraventare in porta, quando fa quello che sa fare. La notizia è che li recapita entrambi a destinazione, cosa che troppo spesso era mancata alla fine dello scorso campionato. Ha ritrovato freddezza e fame di gol, se non perde lo smalto resta il centravanti più forte del nostro campionato.

All. Sarri 5,5 - Per un'ora si vede un gran bel Napoli, che mette all'angolo la Sampdoria e regala momenti di gran calcio, anche per l'ottima vena dei singoli. Poi il calo di schianto, figlio anche del ritardo di preparazione. Inconcludenti anche i cambi, davvero poca cosa. C'è parecchia strada da fare, per ora è un Napoli double face. 

 

SAMPDORIA

Viviano 5,5 - Smarcato due volte a tu per tu con Higuain, vive un secondo tempo tranquillo dal momento che il Napoli non tira più in porta. Non gli si può addossare la croce per i due gol presi.

Cassani 6 - Insigne si allarga spesso sulla sinistra e lo mette in difficoltà, lui si rimbocca le maniche e si riprende alla grande. Affonda poco, ma lì dietro c'è parecchio da fare.

Silvestre 5,5 - In seria difficoltà quando il Napoli è frizzante e gioca in velocità, sui due gol c'è una buona fetta di responsabilità sua, poi nella ripresa gli avversari calano e riesce a darsi una regolata anche lui.

Coda 6 - Gioca poco, il tempo di farsi infilare (suo malgrado) da Higuain e di chiuderlo bene in una seconda occasione. Poi prende un brutto colpo e deve lasciare il campo. Sembra sia serio: in bocca al lupo ad un calciatore che finora è stato anche troppo sfortunato. Dal 21' Zukanovic 6,5 - Entra bene, si fa valere anche da centrale difensivo che non è propriamente il suo ruolo. Dirà la sua anche quest'anno.

Regini 6 - Parte terzino, poi con l'infortunio di Coda si alterna con Zukanovic sulla fascia sinistra. Meglio quando giostra da esterno.

Fernando 6,5 - Davvero un bel prospetto questo brasiliano che tiene ritmi compassati per larghi tratti ma sa farsi valere palla al piede e nei recuperi di palla. Ferrero l'ha annunciato come il colpo dell'anno: magari non sarà così ma di certo è un gran bell'innesto.

Palombo 6,5 - Inizia più avanzato per arginare Valdifiori, poi scala nel suo ruolo naturale quando la Samp va in svantaggio. Lì è preziosissimo, di fatto è un difensore aggiunto bravo anche ad impostare. Un interprete sopraffino per certi compiti.

Barreto 6,5 - La sua spinta da mezzala si sente tanto soprattutto quando il ritmo del Napoli cala vertiginosamente e la Samp sale in cattedra. Apporto importante ad entrambe le fasi .

Soriano 6 - Prima interno, poi trequartista, difficilmente riesce a trovare lo spunto giusto. Di lui si ricorda un'azione nel primo tempo, l'unica pericolosa della Samp, poi si occupa soprattutto di dirigere il traffico da posizione avanzata. Dall'86' Wszolek sv

Muriel 6 - Trova poche occasioni per mettersi in mostra, in particolare un missile dal limite che Reina alza in angolo. Sicuramente meglio quando si allargano gli spazi. 

Eder 7,5 - Un'ora per ritagliarsi gli spazi, poi il rigore trasformato lo galvanizza e subito dopo inventa praticamente da solo un'azione strepitosa, portandosi a spasso con la manina Albiol e Koulibaly e freddando Reina con un preciso diagonale. Ferrero deve provare a tenerlo, è un vero lusso per questa squadra. Dall'88' Moisander s.v.

All. Zenga 6,5 - La Sampdoria sembra un pugile all'angolo, ma è un pugile che sa incassare. Prende due gol, nel primo tempo non vede palla, ma aspetta il calo del Napoli e colpisce al momento giusto. E' un punto d'oro figlio di saggezza e furbizia, così va più che bene.  

Arbitro Gervasoni 6 - Il rigore è un po' borderline, ma il tocco sul piede d'appoggio c'è. Gestisce bene l'andamento di una gara comunque senza troppi sussulti dal punto di vista arbitrale. 

 

TABELLINO

NAPOLI-SAMPDORIA 2-2

NAPOLI (4-3-1-2): Reina, Maggio, Hysaj (dal 70' Ghoulam), Valdifiori (dal 68' Jorginho), Albiol, Koulibaly, Allan (dal 58' Lopez), Insigne, Callejon, Higuain, Hamsik. A disp: Gabriel, Strinic, Henrique, Dezi, Mertens, Gabbiadini, El Kaddouri, Rafael, Luperto. All. Sarri

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano, Cassani, Regini, Coda (dal 22' Zukanovic), Silvestre, Palombo, Fernando, Soriano (dall'88 Wszolek), Eder (dall'88' Moisander), Muriel, Barreto. A disp.: Brignoli, Puggioni, Pereira, Lulic, Oneto, Bonazzoli, Carbonero, Correa. All Zenga

Arbitro: Gervasoni di Mantova

Marcatori: 9' e 39' Higuain, 57' Eder (R), 59' Eder

Ammoniti: 33' Silvestre (S), 76' Fernando (S)




Commenta con Facebook