• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-ATALANTA

Una magia di Pirlo abbatte un grande Sportiello. In affanno Pogba e Dramè


Fernando Llorente (Getty Images)
Marco Di Nardo

20/02/2015 22:42

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-ATALANTA:

 

JUVENTUS

 Buffon 6,5 – Incolpevole sul gol di Migliaccio, ma miracoloso sul tiro ravvicinato, poco prima, di Baselli. Per il resto normale amministrazione.

Cáceres 6 – Partecipa attivamente ad ogni azione offensiva della Juventus. Pecca d’imprecisione nei cross. Soffre leggermente quando dalla sua parte gioca D’Alessandro.

Bonucci 6 – Bravo sia nel giocare d’anticipo sia quando viene chiamato ad impostare dalla difesa.

Chiellini 6 – Limita Denis come può ma sbaglia troppi passaggi in fase d’impostazione.

Padoin  5,5 – Rispetto a Caceres si vede di meno in attacco. Soffre non poco Emanuelson.

Pogba 5,5 – Incanta solo quando effettua dei lanci per servire Caceres sulla fascia destra. Rispetto alle partite di gennaio sembra in affanno e poco lucido sotto porta. Dal 64’ Lichtsteiner 6 – Disputa una gara senza grandissimo impegno ma svolgendo il suo compito in maniera semplice.

Pirlo 7 – E’ il costruttore di gioco della Juventus. Segna un gol strabiliante di destro dai 25 metri.  Sia in fase di possesso palla che in fase di non possesso aiuta moltissimo la squadra.

Marchisio 6 – Fa la sua solita partita. Molto preciso nell’appoggiare al compagno più vicino, prova a segnare solo in un’occasione.

Pereyra 5,5 – Cerca di inserirsi in area di rigore per cercare il gol ma Sportiello gli dice di no. Solo in un caso, al 53’, serve un buon pallone per Pogba.

Llorente 6 – Con il suo fisico cerca di difendere palla per poi scaricarla al giocatore che si inserisce. Sigla il gol del pareggio, ma sbaglia ancora troppi appoggi. Dal 74’ Morata 6 - Ha il tempo per tentare un'ottima accelerazione in campo aperto, ma Masiello lo chiude bene in calcio d'angolo.

Tévez 6 – Trova poco spazio in area di rigore e per questo arresta il suo baricentro passando la palla al compagno più libero. Dall’89’ Coman – s.v.

All. Allegri 6 – La sua Juventus non è brillante come quella di gennaio ed in campo si vede. Vince grazie ad una magia di Pirlo. In vista dell'impegno con il Borussia, serve qualcosa di più.

 

ATALANTA

Sportiello 7 – Bravo in uscita bassa su Pereyra in due occasioni. Grande parata su Caceres al 38’. Non può farci nulla sui gol di Llorente e di Pirlo. Non consente nemmeno a Pogba di segnare al 53’.

Scaloni 6 – Nonostante non giocasse da tanto tempo, disputa una gara molto attenta in fase difensiva.

Masiello 6 – Insieme a Bellini limitano il raggio d’azione di Llorente e Tevez. Bravo anche nel gioco aereo.

Bellini 6 –  Rispetto alla gara con l’Inter commette meno errori in fase difensiva giocando molto bene in anticipo.

Dramé 5 – Soffre moltissimo nel primo tempo Caceres. Nonostante ciò prova ad attaccare ma i suoi cross non sono per niente precisi.

Zappacosta 6 – Mette in pratica tutti i dettami tattici dell’allenatore sia in fase difensiva che in quella offensiva.  Quando può accompagna le ripartenze dell’Atalanta – Dal 50’ D'Alessandro 6,5 – Entra in campo a freddo ma in pochi minuti crea qualche grattacapo a Caceres.

Cigarini 6 – Insieme a Migliaccio da protezione alla difesa. E’ lui il direttore d’orchestra dei contropiedi neroazzurri.

Migliaccio 6,5 – Bravo in fase d’interdizione. Grazie alla sua esperienza protegge la difesa dagli attacchi centrali. Suo il colpo di testa che regala il momentaneo vantaggio ai bergamaschi.

Emanuelson 6 – Gioca sulla destra nonostante sia mancino. Con la sua velocità mette in difficoltà Padoin costringendolo in alcuni casi al fallo.

Baselli 6 – Dopo un primo tempo buono, cala  nel secondo tempo offrendo poco sostegno a Denis. Dall’83’ Gomez – S.V.

Denis 6 – Senza il supporto di Moralez cerca lo stesso la via del gol. Va in pressione su Pirlo tentando di non farlo giocare. Dal 70’ Boakye 6 – Così come Denis anche Boakye lotta con i difensori della Juventus per tentar di segnare o per servire il compagno più libero.  

All. Colantuono 6 – La sua Atalanta è in forte emergenza ma nonostante ciò disputa una buona gara mettendo in difficoltà la Juventus.

Arbitro: Irrati 5,5 – Discreta direzione di gara dell’arbitro della sezione di Pistoia. Qualche dubbio inizialmente sul gol di Llorente: Tevez sembra però essere tenuto in gioco da Cigarini. Decisione giusta. Nella ripresa contatto dubbio in area atalantina tra Marchisio e Cigarini: il penalty a favore dei bianconeri ci poteva stare.

 

TABELLINO

JUVENTUS-ATALANTA 2-1

Juventus (4-3-1-2): Buffon, Cáceres, Bonucci, Chiellini, Padoin, Pogba (dal 64’ Lichtsteiner),Pirlo, Marchisio, Pereyra, Llorente (dal 74’ Morata), Tévez (dal 89’ Coman). A disposizione:   Storari, Rubinho, Barzagli, Ogbonna, De Ceglie, Sturaro, Evra, Matri, Pepe. All. Allegri

Atalanta (4-4-1-1): Sportiello, Scaloni, Masiello, Bellini, Dramé, Zappacosta (dal 50’ D'Alessandro), Cigarini, Migliaccio, Emanuelson, Baselli (dal 83’ Gomez), Denis (dal 70’ Boakye). A disposizione: Avramov, Frezzolini, Del Grosso, Grassi, Kresic, Bianchi. All. Colantuono

MARCATORI: 25’ Migliaccio (A), 39’ Llorente (J), 45’ Pirlo (J)

ARBITRO: Massimiliano Irrati (Sez. di Pistoia)

AMMONITI: 42’ Baselli (A), 54’ Marchisio (J), 59’ Padoin (J), 84’ Pereyra (J), 85’ Lichtsteiner (J), 87’ Migliaccio (A), 92’ Morata (J)

ESPULSI: Colantuono (A)

 

 

 




Commenta con Facebook