• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > VIDEO CM.IT - Napoli-Roma, Garcia: "Se non vincono per loro e' quasi finita. Codice etico?

VIDEO CM.IT - Napoli-Roma, Garcia: "Se non vincono per loro e' quasi finita. Codice etico? Interpretazione non va bene"

L'allenatore dei giallorossi ha parlato in vista della gara contro gli azzurri


Rudi Garcia (calciomercato.it)
Matteo Zappalà (@mattzappa88)

08/03/2014 14:10

NAPOLI-ROMA CONFERENZA STAMPA GARCIA / ROMA - L'allenatore della Roma Rudi Garcia è intervenuto in conferenza stampa in vista della gara di domani contro il Napoli, una gara decisiva per le sorti delle due squadre in campionato. Ecco le sue dichiarazioni.

NAPOLI-ROMA - "Non è la finale del campionato, sicuramente. Resteranno ancora undici partite per loro, dodici per loro. Siamo sei punti avanti con una gara in meno, quindi la pressione sarà sicuramente su di loro. Se non vincono per loro sarà quasi finita. Abbiamo una squadra forte, speriamo di fare bene come all'andata e nella prima gara di Coppa Italia, con un ambiente forte e con un arbitro forte".

STROOTMAN - "Per fortuna è solo un colpo, ha recuperato. Sarà con noi domani al 100%".

DIFESA -
"Per ora contro il Napoli abbiamo perso una volta sola. Sicuramente hanno un attacco forte, i tanti gol che abbiamo preso contro di loro testimoniano che è una sfida tra due squadre importanti e può succedere di tutto. Sicurmente servirà più attenzione nel pacchetto arretrato, ma andremo a Napoli con ambizione e vincerà il migliore".

CHI RUBEREI AL NAPOLI? -
"Nessuno, non penso mai a queste cose. Siamo secondi con una Roma quasi da record, vuol dire che siamo già forti e facciamo la gioia dei tifosi e soprattutto dell'allenatore".

PUNTI DI RIFERIMENTO -
"Sicuramente dobbiamo migliorare rispetto alla gara contro l'Inter, probabilmente abbiamo fatto meno bene perché i nerazzurri giocano con cinque difensori. Il Napoli invece gioca con quattro".

PALLE INATTIVE - "Servirà attenzione e capacità di risolvere la gara anche sui calci piazzati. Abbiamo dei buoni saltatori, può essere utile fare bene nelle palle inattive".

GIUSTIZIA SPORTIVA -
"Dobbiamo rispettare le cose. Non è il problema della Francia o dell'Italia, è in generale. Dobbiamo aiutare gli arbitri. Perché funziona la tv in un modo solo? O serve o non serve. Io penso sempre lo stesso su questa questione, dobbiamo aiutare gli arbitri. Essere arbitri è difficile, devono decidere in un attimo. Così però non possiamo andare avanti, siamo nel XXI secolo e normalmente con dodici occhi si vede meglio che con sei, ma non cambia comunque nulla. O manca responsabilità dei giudici di gara o ci sono tante cose da migliorare. Nel rugby queste cose hanno migliorato lo sport".

CODICE ETICO - "Il codice etico è giusto, ma il problema è che tutto ciò che porta all'interpretazione non va bene. Daniele era già condannato dalla tv e dalla non convocazione, ma è solo un mio avviso. Era meglio convocarlo e magari dopo il giudizio rispedirlo a casa. La cosa era già fatta prima, ma la tv non vede tutto. E' come le statistiche: si possono mostrare cose che sembrano violente, ma era sotto gli occhi di tutti. Hanno visto tutto, se non hanno fischiato hanno intrapreso come un movimento normale. Non difendo Daniele, ma parlando con lui mi ha detto che neanche si è accorto di questo e neanche Icardi. Dobbiamo fare in modo di pulire queste cose nell'area, ma lo deve fare il giudice di linea, ma è difficile. Il gioco è un calcio di contatto, non danza. Bisogna avere una misura giusta per tutti".

PAREGGIO -
"Noi giochiamo sempre per vincere, sicuramente un punto a testa e una gara in meno sarebbe un risultato favorevole, ma andremo al 'San Paolo' per i tre punti".

ARBITRI - "Io sui giudizi degli arbitri non posso fare niente, quindi preferisco concentrarmi sulla squadra e su ciò che posso determinare io in maniera diretta".

BASTOS -
"Sapevamo che doveva recuperare da un infortunio, prima di essere a disposizione della squadra. Sicuramente sta migliorando molto e sono sicuro che darà un grande contributo".



\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n

Commenta con Facebook