• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Jasmin Kurtic su Sassuolo, Ilicic, Hernandez e Rosati

Jasmin Kurtic su Sassuolo, Ilicic, Hernandez e Rosati

Il centrocampista sloveno passato nei giorni scorsi al Sassuolo ai microfoni di Calciomercato.it


Jasmin Kurtic(Getty Images)
Giorgio Elia

25/06/2013 10:44

MERCATO PALERMO ESCLUSIVO KURTIC / PALERMO - "Avevo diverse possibilità ma ho scelto di andare al Sassuolo per poter giocare con maggiore continuità e tranquillità. Quella di Palermo è stata un'esperienza comunque importante per la mia crescita, ma non guardo più al passato. Sicuramente dispiace per come sia terminata la stagione, ma adesso devo solo guardare avanti e il mio presente si chiama Sassuolo". Queste le parole in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, di Jasmin Kurtic ormai ex calciatore rosanero in procinto di trasferirsi alla formazione neroverde in vista della prossima stagione.

Il centrocampista sloveno prosegue la sua riflessione inerente al club siciliano, analizzando alcuni aspetti dell'ultima difficile stagione: "In questa annata ritengo di aver fatto tutto quello che mi chiedeva il mio allenatore, con l'assenza del gol che ha pesato sicuramente sul mio rendimento anche da un punto di vista psicologico. Il nostro era un buon gruppo ma lavorare con tre allenatori diversi non ci ha sicuramente aiutati in una stagione così difficile  e sfortunata. Dopo la vittoria interna contro la Roma, abbiamo riacquistato consapevolezza nei nostri mezzi, con la guida di Sannino che ci ha permesso di esprimere un calcio aggressivo e basato sulla corsa e il sacrificio. Questa credo che sarebbe stata sicuramente la soluzione migliore per l'intera stagione". 

ILICIC - L'ex Nova Gorica prosegue poi parlando del suo connazionale Josip Ilicic: "Potrò sembrare di parte o quasi scontato, ma non posso che esprimere pareri positivi sul suo conto. Josip ha dimostrato tutto il suo valore riuscendo a dare il meglio di sé in condizioni fisiche assolutamente precarie. Ho avuto anche io la pubalgia un problema che non ti permette di esprimerti come vorresti veramente, ma Josip ha proseguito spingendo sull'acceleratore non tirandosi mai indietro per il bene del Palermo. Il suo futuro? Per il tipo di gioco espresso nell'ultima stagione, la Fiorentina può sicuramente esser la sua sistemazione ideale".

HERNANDEZ - Kurtic regala poi un pensiero sull'ex compagno di squadra al Palermo Abel Hernandez: "Sono molto contento per Abel e per quanto fatto con la sua Nazionale. Ho seguito la partita e vederlo trascinare la sua squadra verso la vittoria mi ha reso molto felice. Abel è un ragazzo eccezionale che ha dovuto superare dei problemi importanti per gli infortuni subiti, ma che non ha mai perso il sorriso e la convinzione di potercela fare anche nei momenti più difficili. Qualsiasi scelta per il suo futuro credo debba passare interamente per la sua volontà. In serie B sicuramente farebbe la differenza considerate le sue qualità, ma se vuole proseguire nel suo cammino di crescita, la permanenza in serie A sarebbe a mio avviso la scelta ideale".

ROSATI - Nel finale del suo intervento ai nostri microfoni, il centrocampista sloveno lancia una stoccata nei confronti dell'ex presidente del Varese Antonio Rosati, il quale aveva mosso nel corso dell'ultima stagione qualche dubbio in merito alla maturità calcistica di Kurtic nell'affrontare la serie A: "Io posso solo ringraziare il presidente del Varese per quanto fatto quando ho vestito la maglia di questa squadra, in un campionato cadetto che ci aveva portati a un passo dalla promozione nella massima serie. Se ho collezionato più di trenta presenze nell'ultimo campionato in serie A con il Palermo, è anche grazie a quanto fatto nella stagione precedente in Lombardia. Per il resto parlano i fatti. Io nella prossima stagione giocherò ancora in serie A, mentre il Varese si ritroverà ancora a disputare un campionato in serie B".




Commenta con Facebook