• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI BRASILE-GIAPPONE

PAGELLE E TABELLINO DI BRASILE-GIAPPONE

Un super gol di Neymar nei minuti iniziali, una rete dell'uomo mercato Paulinho e Jo regalano la vittoria ai verdeoro. Deludono Honda e Kagawa


Stella verdeoro (Getty Images)
Pietro Colella

16/06/2013 00:29

PAGELLE E TABELLINO BRASILE-GIAPPONE / BRASILIA (Brasile) – I verdeoro battono 3-0 la nazionale nipponica grazie ai suoi astri nascenti Neymar e Paulinho. Il neo blaugrana sblocca la situazione dopo soli 3' con un gol da cineteca spianando la strada alla squadra di casa, completano l'opera il giocatore del Corinthians (con una rete di classe e prontezza) e Jo su assist di Oscar.

 

BRASILE

Julio Cesar 6,5 – Serata poco impegnativa per l'ex interista, si dimostra sempre attento, bravo sul tiro di Maeda nella ripresa.

D.Alves 6 – Non smette mai di spingere sulla sua fascia di competenza, sbaglia un po troppo sui cross.

David Luiz 6 – Si propone sempre in avanti, gli attaccanti giapponesi impensieriscono poco. Sempre una garanzia.

T.Silva 6,5 – Il capitano della seleçao è sempre preciso, puntuale e potente fisicamente. Gestisce al meglio le poche situazioni pericolose della squadra di Zac e tenta anche di proporsi in qualche occasione; che dire, dimostra ancora una volta di essere il miglior centrale del mondo.

Marcelo 6 – Offre sempre il suo contributo in fase offensiva, copre poco aiutato anche dalla pochezza degli avanti nipponici.

Paulinho 6,5 – Non spicca nel primo tempo, nella ripresa fa capire perchè l'Inter lo sta cercando e realizza una rete da attaccante puro con una splendida coordinazione.

L.Gustavo 6 – Si trova a coprire spesso il ruolo di difensore, specie nelle occasioni in cui David Luiz avanza, facendolo bene.

Hulk 6,5 – Si sacrifica molto e riesce anche ad andare al tiro. Dal 74' Hernanes S.V.

Oscar 7 – Svaria su tutto il fronte offensivo nella prima parte del match con ottimi risultati. Suo l'assist per il gol di Jo.

Neymar 7 – Apre le danze con un gol da cineteca che si insacca inesorabilmente alle spalle di un Kawashima incolpevole; la sua rete permette al Brasile di gestire al meglio tutto l'incontro. Nella ripresa si dimostra sempre vivo e volenteroso. I tifosi del Barcellona già possono sognare un attacco stellare con Messi. Dal 73' Lucas S.V..

Fred 5,5 – Bella la sponda per il supergol di Neymar. Poco incisivo comunque durante tutto l'incontro, si vede solo con un tiro ben parato dal portiere avversario nel primo tempo. Dall' 80' Jo 6 – sfrutta al meglio l'assist dell'ottimo Oscar siglando il definitivo 3-0.

All. Scolari 6 – Il suo Brasile non gioca benissimo, nel secondo tempo si vede una squadra più sciolta aiutata anche dall'inoffensività del Giappone; c'è ancora da lavorare per “Felipao” ma intanto si può coccolare i suoi campioni.

 

GIAPPONE

Kawashima 6 – Impossibile parare il tiro di Neymar, bravo su Fred nel primo tempo ma un po incerto sulla rete di Paulinho.

Uchida 5,5 – Spinge poco, tenta qualche incursione solo a risultato già compromesso.

Yoshida 5 – Non è una serata facile per i centrali nipponici, complice in occasione del gol di Paulinho.

Konno 5 – Regge discretamente nella prima metà, poi si arrende.

Nagatomo 5 – Avanza pochissimo, le sue sgroppate sono mancate alla squadra. Il giocatore nerazzurro in fase di copertura si è comportato sufficientemente bene ma è mancato in fase propositiva come detto in precedenza.

Endo 6 – L'unico che dimostra tanta grinta e volontà, si batte e tenta anche di costruire con risultati scarsi ma va premiato per il suo impegno. Dal 77' Hosagai S.V..

Hasebe 5 – Non regge le avanzate di Neymar & co.

Honda 4,5 – Nel primo tempo tenta qualche offensiva anche se con esiti poco concreti, nella ripresa scompare totalmente dalla partita. L'attesa per il giocatore del CSKA era tanta, ha deluso non prende in mano le redini del centrocampo e non si propone come dovrebbe.

Kiyotake 5 – Viene preferito a Maeda ma lo fa rimpiangere mai pericoloso quasi impalpabile. Dal '50 Maeda 6 – Finalmente Zaccheroni capisce che l'attaccante dello Jubilo doveva giocare, si salva dal naufragio generale riuscendo anche ad andare al tiro in un paio di occasioni.

Kagawa 4,5 – Era molto atteso insieme al suo compagno di reparto Honda, e come lui delude tutte le aspettative. Anche lui scompare dal campo ricordando neanche lontanamente il giocatore che ha fatto faville a Dortmund e Manchester .

Okazaki 5 – Non incide, soffre le marcature dei difensori brasiliani non punge mai.

All. Zaccheroni 5 – La sua squadra non fa gioco, non è mai pericolosa e preferisce Kiyotake a Maeda che è l'unico che permette al Giappone di affacciarsi nell'area di Julio Cesar.

 

Arbitro Pedro Proença 6  – Partita facile da gestire, non sbaglia mai i facili episodi da moviola come l'ammonizione ad Hasabe e alcuni fuorigioco.

 

TABELLINO

BRASILE – GIAPPONE 3-0

Brasile (4-2-3-1): J.Cesar; D.Alves, David Luiz, T.Silva, Marcelo; Paulinho, L.Gustavo; Hulk (74' Hernanes), Oscar, Neymar (73' Lucas); Fred (80' Jo). All. Scolari.

Giappone (4-2-3-1): Kawashima; Uchida, Yoshida, Konno, Nagatomo; Endo (77' Hosagai), Hasebe; Honda, Kiyotake (50' Maeda), Kagawa; Okazaki. All. Zaccheroni.

Arbitro: Pedro Proença

Marcatori: 3' Neymar (B), 48' Paulinho (B), 90' Jo (B).

Ammoniti: 45' Hasebe

Espulsi: nessuno




Commenta con Facebook