• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Massimo Veronelli su Benfica-Chelsea

Massimo Veronelli su Benfica-Chelsea

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il giornalista di 'Mediaset Premium'


Alfiere dei 'Blues' (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

15/05/2013 13:02

BENFICA-CHELSEA ESCLUSIVO VERONELLI / AMSTERDAM (Olanda) - Luci stasera all''Amsterdam Arena' per la finalissima di Europa League tra Benfica e Chelsea. Da una parte gli inglesi, favoritissimi alla vigilia; dall'altra le 'Aquile' di Lisbona, che puntano a spezzare il tabù in campo internazionale (l'ultimo trionfo è datato 1962, in Coppa Campioni, con Eusebio in campo). Benitez va a caccia del quarto alloro personale a livello europeo, mentre i 'Blues' potrebbero essere la prima squadra nella storia ad alzare al cielo i due massimi trofei continentali in appena 12 mesi.

Per analizzare il duello in terra olandese, la redazione di Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Massimo Veronelli, giornalista di 'Mediaset Premium' che questa sera seguirà la sfida da bordocampo: "Il Chelsea ha delle assenze importanti, Terry e Hazard su tutte, però per qualità e blasone parte ovviamente con i favori del pronostico. Difficilmente stasera i 'Blues' sbaglieranno partita, Benitez ci tiene particolarmente a chiudere in bellezza la sua non fortunatissima esperienza a Londra - ha chiosato Veronelli ai nostri microfoni - Il giocatore in più del Chelsea potrebbe essere Mata: con i suoi guizzi darà sicuramente molto fastidio ad una difesa lenta come quella del Benfica. Uno come Lampard, poi, darà certamente il suo contributo in termini di esperienza. Senza dimenticare David Luiz: è un ex, sarà forse l'uomo più atteso della gara. Sta giocando molto bene nel nuovo ruolo a centrocampo e dalla distanza può far male con le sue conclusioni".

CLIMA TESO - In casa lusitana l'atmosfera non è delle migliori: "Il Benfica avrebbe le armi per far male al Chelsea. Però non attraversa un bel momento. La batosta di sabato contro il Porto pesa tantissimo nella testa dei giocatori e dell'ambiente - ha spiegato Veronelli in esclusiva alla nostra redazione - C'è un clima teso, lo dimostrano anche le dichiarazioni di ieri in conferenza stampa. Nessuno vuole parlare, non c'è serenità nello spogliatoio. Questa sarà una partita crocevia per il Benfica e soprattutto per il futuro del tecnico Jesus. Cardozo? C'è un rapporto di amore e odio con i tifosi. Spesso viene osannato, altre volte criticato. Sicuramente parte delle speranze di successo dei portoghesi passano da lui, anche se non è da escludere a priori l'impiego come unica punta di Lima".

 




Commenta con Facebook