• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-CHIEVO

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-CHIEVO

Totti assist meraviglioso, Nainggolan indomabile, Mpoku sbatte contro il palo.


Festeggiamenti dopo il gol © Getty Images
Davide Ritacco

08/05/2016 14:26

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-CHIEVO

 

 

ROMA

Szczesny 7 – Il suo nemico numero uno è Floro Flores che ci prova prima su un diagonale debole ma angolato sul quale si distende molto bene e con una punizione dalla distanza mostrando buoni riflessi. Nella ripresa viene superato da un tiro di Mpoku ma il palo lo salva. Molto bravo sul colpo di testa ravvicinato di Pellissier.  

Florenzi 6 – Ha sempre l’istinto di spingere per andare al tiro. Le sue sovrapposizioni creano spazi invitanti e lui stesso prova a pungere.

Rüdiger 7 – Sta crescendo sempre di più ed è innegabile che l’arrivo di Spalletti per lui sia stato un bivio. Resta sempre ‘Ruvider’ ma gol a parte è un altro giocatore da riscattare.  

Manolas 6,5 – A differenza del compagno di reparto sta attraversando un momento di appannamento complice una condizione non perfetta ma oggi ha saputo amministrare con esperienza.   

Digne 6 – Spinge con efficacia nel primo tempo ma è ancora più bravo nelle chiusure difensive. Nella ripresa è un po’ distratto.

Nainggolan 7 – Fondamentale sotto tutti i profili, sia atletico che tattico. Con la cura Spalletti sta diventando anche un fine incursore con il gol nel sangue. Tanta quantità ma anche tanta qualità a servizio della squadra. Impacchettarlo e spedirlo a Conte sarebbe un peccato anche se profumatamente ricompensato.  

De Rossi 6 – Buon contributo specialmente nel primo tempo ma nella ripresa si è fatto un po’ troppo sorprendere dagli esterni del Chievo. Deve ritrovare la forma migliore vista l’emergenza azzurra. Dal 67’ Strootman 6 – Un giocatore fondamentale che si sta ritrovando ed è il primo punto cardinale su cui fondare la nuova Roma.  

Pjanic 7 – Altro oggetto prezioso del mercato giallorosso. Spalletti durante la partita lo richiama spesso e ciò potrebbe far pensare che sarebbe lui il più sacrificabile visto anche il Paredes di Empoli e l’arrivo del giovanissimo Gerson ma una fonte di gioco così è rara da trovare altrove, ha messo lo zampino su 21 gol della Roma (11 assist e 10 gol).  

Salah 5,5 – Gara anonima e senza squilli, diligente tatticamente. Dal 59’ Totti 7 – Questa volta non timbra il cartellino ma è comunque decisivo con l’assist meraviglioso per Pjanic.  

Perotti 6,5 – Moto perpetuo da parte sua non dando mai il punto di riferimento agli avversari e favorendo gli inserimenti dei compagni. E’ l’uomo sulla quale si base questa Roma targata Spalletti.

El Shaarawy 6,5 – Meno efficace di altre partite ma ha sempre il piglio giusto. Pericoloso nel primo tempo si impigrisce nella ripresa assecondando i ritmi blandi anche se la paratona di Bizzari gli nega il gol. Dal 79’ Emerson s.v.  

All. Spalletti 7 – Continua la rincorsa al secondo posto. Secondo posto che gli consentirebbe anche di valutare il mercato in maniera differente; i tanti riscatti (El Shaarawy in primis) e chi sacrificare all’altare del fair play finanziario tra Pjanic e Nainggolan. Sul piano tecnico e tattico la strada sembra ormai tracciata, le scelte estive faranno il resto.  

 

CHIEVO

Bizzarri 6 – Viene trafitto imparabilmente da Nainggolan e Rudiger ma per il resto della partita ha qualche incertezza ma è strepitoso su un tiro di El Shaarawy.

Cacciatore 6 – Nella seconda parte di stagione sta trovando una continuità di rendimento importante che gli consente di giocare con maggiore sicurezza facendo una bella figura sia a destra che a sinistra.   

Gamberini 6 – Controlla bene gli avanti della Roma pur non avendo un unico punto di riferimento ma segue bene tutti i tagli. Sui gol non poteva fare miracoli.  

Cesar 5,5 – Con il compagno di reparto forma una buona cerniera difensiva anche se sul gol di Nainggolan avrebbe dovuto chiudere con maggiore efficacia.  

Gobbi 5,5 – Sfortunato dopo appena 27’ deve lasciare il campo. Dal 27’ Mpokù 6,5 – Maran sceglie lui per sostituire Gobbi dando un segnale chiaro alla squadra. L’attaccante si cala nella parte ed è il più vivace e pericoloso dei suoi.

Rigoni 5,5 – Non riesce a sfruttare le sue qualità da grande incursore. Fa fatica a tenere il passo dei centrocampisti della Roma, infatti nella ripresa a ritmi più lenti si destreggia meglio.

Radovanovic 5,5 – Molto bravo sotto il profilo tattico ma fa fatica a stare dietro la rapidità di movimento dei centrocampisti giallorossi. Dal 32’ Pinzi 6 – Tanta corsa e legna in mezzo al campo.  

Hetemaj 5 – Con l’infortunio di Gobbi viene spostato come esterno basso di sinistra e la sua poca abitudine al ruolo si evidenzia il ruolo quando si fa sovrastare da Rudiger sul secondo gol.

Castro 5,5 – Buon impatto sulla partita mettendosi subito in mostra ma dopo il gol subito esce dal match e all’intervallo lascia anche fisicamente la partita. Dal 46’ Sardo 6 – Entra per l’infortunio del compagno e per chiudere la falla a sinistra, fa il suo dovere e sfiora anche il gol.   

Pellissier 6 – Il bomber eterno della squadra clivense ci prova con un colpo di testa ma Szczesny gli nega la gioia del 100simo gol in A.  

Floro Flores 6 – E’ in forma e si vede. Nel primo tempo è il più pericoloso anche se sarebbe servita maggiore cattiveria sotto porta. Nella ripresa è sempre pericoloso ma la gara è meno viva.

All. Maran 6 – Con la classifica più che positiva, la squadra gioca con scioltezza ma la sfortuna si accanisce con lui dovendo sostituire Gobbi e Radovanovic per infortuni dopo mezz’ora e Castro nell’intervallo. Recuperare i gol di svantaggio era praticamente impossibile.

 

Arbitro: Celi 6 – Dopo appena 4’ accenno di proteste per un fallo di mano in area del Chievo su cross di Nainggolan , Celi sorvola giustamente. Regolare il gol di Rudiger sembra dietro la linea della difesa del Chievo. Ad inizio ripresa proteste clivensi per un fallo di mano di Manolas, rischia molto il difensore giallorosso.

 

TABELLINO

 

ROMA-CHIEVO 3-0

 

Roma (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne; Nainggolan, De Rossi (dal 66’ Strootman), Pjanic; Salah (dal 59’ Totti), Perotti, El Shaarawy (dal 79’ Emerson). A disp.: De Sanctis, Maicon, Castan, Torosidis, Zukanovic, Vainqueur, Dzeko, Iago Falque. All.: Spalletti

Chievo (4-4-2): Bizzarri; Cacciatore, Gamberini, Cesar, Gobbi (dal 27’ Mpoku); Rigoni, Radovanovic (dal 32’ Pinzi), Hetemaj, Castro (dal 46’ Sardo); Pellissier, Floro Flores. A disp.: Seculin, Bressan, Spolli, Costa,Meggiorini, Inglese. All.: Maran

 

Arbitro: Celi di Bari

 

Marcatori: 18’ Nainggolan (R), 39’ Rudiger (R), 85’ Pjanic (R)

 

Ammoniti: 13’ Radovanovic (C), 79’ Perotti (R), 80’ Hetemaj (C), 90’ Mpoku (C)

 

Espulsi: 




Commenta con Facebook