• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Roma, Ljajic: "Non siamo inferiori. Non firmo per il terzo posto"

Inter-Roma, Ljajic: "Non siamo inferiori. Non firmo per il terzo posto"

L'attaccante ha parlato alla vigilia della partita contro la sua ex squadra


Adem Ljajic ©Getty Images

30/10/2015 09:07

INTER-ROMA INTERVISTA ADEM LJAJIC SUL CORRIERE DELLO SPORT / MILANO - L'attaccante dell'Inter Adem Ljajic ha concesso un'intervista al 'Corriere dello Sport' alla vigilia della partita contro la Roma. Calciomercato.it vi propone alcuni passaggi salienti dell'intervista sulle ultime news Inter.

INTER-ROMA - "Sicuramente la Roma è un’ottima squadra, con tanta qualità e giocatori che possono fare la differenza in qualsiasi momento. Sono forti, ma noi non siamo da meno. Vogliamo batterli. Toglierei Pjanic, un vero fuoriclasse. In questo momento su punizione è il migliore di tutti, un fenomeno".

BILANCIO A ROMA - "Sono state due stagioni bellissime che non dimenticherò mai. Mi sono trovato bene con tutti. Lasciare Roma è stato difficile, ma ora sono contento all'Inter. Un ricordo particolare? Ilgol nel derby contro la Lazio, su rigore. Segnare in quell'incontro ha un sapore magico. Rimpianti? Siamo andati vicini a vincere, ma non ci siamo riusciti. La Juventus era devastante, più forte di tutti".

TOTTI - "Ci lega un grande rapporto perché Francesco è prima di tutto una persona fantastica. Sono felice di aver giocato con lui: è il più forte italiano che ho visto".

JOVETIC - "Stevan è stato mio compagno a Firenze, è uno dei leader di questa Inter. Ha una testa da vero professionista, ho tanto da imparare da lui. Spero che un giorno avremo spazio insieme in campo".

IL 'VERO' LJAJIC - "Sono arrivato non al top e ho avuto un fastidio muscolare. A Bologna ho dato tutto".

DELIO ROSSI - "Dopo quello che è successo non l'ho più visto e sentito".

OBIETTIVO INTER - "Non parliamo di Scudetto o altro, ogni partita deve essere una finale. Se firmerei per il terzo posto? Io non firmo mai per nulla".

FUTURO - "Non penso tanto al futuro. Sono qua perché mi volevano Mancini e l'Inter, una delle squadre più forti al mondo. Al termine del campionato vedremo... In estate mi hanno cercato diverse formazioni, ma volevo restare in Italia".

 

S.D.




Commenta con Facebook