• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > FIFA, il comitato etico sospende Blatter per novanta giorni. Gli avvocati del presidente smentiscono

FIFA, il comitato etico sospende Blatter per novanta giorni. Gli avvocati del presidente smentiscono

A rischio anche il presidente della UEFA Michel Platini


Platini e Blatter ©Getty Images

07/10/2015 19:07

FIFA COMITATO ETICO SOSPENSIONE BLATTER PLATINI/ ROMA - AGGIORNAMENTO ORE 21.57 - Secondo quanto riportato dal portale britannico 'SkySports', gli avvocati di Blatter avrebbero fatto sapere che di non aver ricevuto alcuna notifica da parte della Fifa.

AGGIORNAMENTO ORE 19.02 - E' arrivata più veloce del previsto la decisione del comitato etico della FIFA riguardo Joseph Blatter: come riportato dalla 'BBC', il quasi ex numero uno della massima federazione calcistica internazionale è stato sospeso per novanta giorni.

ORE 18.19 - Il comitato etico della FIFA, stando a quanto riportato da 'Sky Sports', ha programmato una riunione durante questa settimana per decidere se sospendere o meno Sepp Blatter e Michel Platini. Il quasi ex presidente della FIFA, sotto inchesta da parte della Procura Generale della Svizzera per presunta gestione fraudolenta e appropriazione indebita, è anche accusato di "aver dato due milioni di franchi a Michel Platini, presidente dell'Uefa, a discapito della Fifa, presumibilmente per il lavoro svolto tra gennaio 1999 e giugno 2002. Questo pagamento è stato eseguito nel febbraio 2011". In merito a ciò, Platini - già ascoltato dagli inquirenti come persona informata sui fatti - si è difeso, dichiarando "Sono stato pagato per un lavoro svolto, ho chiarito tutto e resto disponibile a collaborare con le autorità".

S.F. 




Commenta con Facebook