• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Parma-Juventus, Allegri: "Sconfitta meritata, non ci sono scusanti"

Parma-Juventus, Allegri: "Sconfitta meritata, non ci sono scusanti"

Il tecnico bianconero: "Oggi non abbiamo vinto nemmeno un contrasto"


Allegri (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

11/04/2015 20:17

PARMA JUVENTUS ALLEGRI CHAMPIONS/ PARMA - Grazie ad un gol di Mauri, il Parma è riuscito nell'impresa di battere la Juventus capolista, protagonista oggi della sua seconda sconfitta stagionale in campionato. Al termine del match del 'Tardini', Massimiliano Allegri ha commentato così il ko rimediato con gli uomini di Donadoni: "Purtroppo non abbiamo fatto la partita e abbiamo meritato la sconfitta - ha dichiarato Allegri intervenuto praticamente senza voce ai microfoni di 'Sky Sport' - oggi non siamo stati bravi, potevamo quasi chiudere il campionato. Ora bisogna ripartire per bene, pensiamo alla partita con il Monaco e poi alle prossime di campionato".

ASSENZE - "Se le tante assenze hanno influito sul risultato? I ragazzi non hanno scusanti, oggi non abbiamo vinto un contrasto. Quando si perde può esserci un contraccolpo positivo ma quella di oggi era una partita di vincere, ci permetteva di restare con gli stessi punti di vantaggio su Roma e Lazio a otto giornate dal termine. Abbiamo sbagliato e speriamo ci sia una reazione".

LA PARTITA - "Il Parma ha fatto una bella partita, noi siamo stati lenti e non abbiamo avuto pazienza. In gare come questa non vanno farti certi errori. Oggi non abbiamo mai avuto il controllo della gara".

IL MONACO - "Io dico che quella con il Monaco è un'altra partita. Quella di oggi andava giocata in un altro modo e con grande maturità. Se anche non fossimo riusciti a vincerla, non dovevamo comunque perderla, è questa la cosa più importante".




Commenta con Facebook