• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, il futuro di Prandelli ora è a rischio: decisivo l'Uruguay

Italia, il futuro di Prandelli ora è a rischio: decisivo l'Uruguay

Il commissario tecnico potrebbe lasciare in caso di eliminazione al girone


Prandelli © Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

23/06/2014 08:00

CALCIOMERCATO ITALIA FUTURO PRANDELLI URUGUAY MONDIALI 2014 / ROMA - Che il Mondiale 2014 possa avere forti ripercussioni sul calciomercato è cosa nota. La novità delle ultime ore, rimbalzata dalle colonne dell'edizione odierna del 'Corriere dello Sport', è che i risultati in Brasile potrebbero avere conseguenze nefaste anche sul futuro del commissario tecnico dell'Italia Cesare Prandelli, fresco di rinnovo biennale con la Federazione alla vigilia della partenza per il Sud America.

Un'eliminazione anticipata al girone eliminatorio - scrive il quotidiano romano - rimetterebbe in discussione l'accordo aprendo le porte all'allontanamento del ct azzurro o alle sue dimissioni. A decidere le sorti di Prandelli sarà la partita a Natal contro l'Uruguay di domani (martedì 24 giugno, fischio d'inizio alle ore 18 italiane). In casa Italia regna l'ottimismo: lo staff del commissario tecnico sta già raccogliendo dati sulla Colombia, avversaria 'annunciata' in caso di passaggio del turno come seconda del Gruppo D.

La sfida contro la 'Celeste', però, non si presenta certo come una delle più facili. L'Italia dovrà fare a meno dell'acciaccato Daniele De Rossi, uomo chiave nel modulo tattico di Prandelli che, proprio per questo, rivoluzionerà la squadra tornando alla collaudata difesa a tre di stampo juventino. In attacco, spazio alla tanto invocata coppia Balotelli-Immobile. Il commissario tecnico azzurro è consapevole che, in caso di sconfitta contro l'Uruguay, verrebbe subissato di critiche, già piovute copiose al momento dell'annuncio delle convocazioni a inizio giugno.

Ad oggi, risulta difficile pensare che la Federazione, che fin qui ha sempre sostenuto le scelte di Prandelli, possa offrire la sua 'testa' per placare la rabbia dei tifosi (sarebbe anche difficile, in piena estate, trovare un eventuale sostituto). E' pur vero, però, che del progetto originale di Abete di ormai quattro anni fa (Prandelli ct, Baggio al Settore Tecnico, Rivera al Settore Giovanile e Scolastico, Sacchi coordinatore e responsabile delle Giovanili Azzurre e Albertini presidente del Club Italia) è rimasto poco o nulla (il solo Rivera sembra convinto e certo di rimanere).

Poche ore ci separano dal momento della verità: la partita contro l'Uruguay, per l'Italia intera e per Prandelli in particolare, vale molto più di tre punti.




Commenta con Facebook