• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Chievo, Seedorf: "Contento per il gruppo e per tutti i milanisti. Kaka' non mi stupis

Milan-Chievo, Seedorf: "Contento per il gruppo e per tutti i milanisti. Kaka' non mi stupisce"

Il tecnico rossonero commenta il successo ottenuto in casa contro i veneti


Seedorf felice (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

30/03/2014 00:04

MILAN CHIEVO SEEDORF KAKA'/ ROMA - Inizia a convincere il Milan di Clarence Seedorf che battendo il Chievo 3-0, ha dato seguito alle ultime prestazioni dei rossoneri dopo il pareggio ottenuto in casa della Lazio e la vittoria al 'Franchi' con la Fiorentina. Il tecnico olandese, nel post-partita, si è detto soddisfatto della prova dei suoi: "Tempesta passata? Non lo so - ha dichiarato Seedorf ai microfoni di 'Sky Sport' -  io sono molto contento per questo gruppo e per tutti i milanisti che possono vivere un momento più ser

KAKA' - Non mi stupisce nulla, Kakà è una garanzia e sono molto felice che stia riuscendo ad esprimersi al meglio. Futuro? Non posso parlare per lui".

HONDA - "Nelle ultime due gare si è fatto in due per difendere e attaccare, mi dispiace stasera non sia riuscito a segnare ma ha dato alla squadra anche tanta qualità".

EUROPA LEAGUE - "Finché è vivo l'obiettivo della società rimane l'Europa League".

DIFESA - "Zapata l'ho fatto giocare subito al mio arrivo ma dopo si è infortunato. Ho cercato di dare un equilibrio alla squadra ma ci vuole tempo per trovarlo senza avere pause".

RENDIMENTO - "Ci sono tante spiegazioni, non giustificazioni, per le partite perse in precedenza. Con Juventus, Atletico Madrid e Napoli abbiamo avuto diverse defezioni oltre al fatto che avevamo di fronte squadre fortissime. Con il Parma giocavamo in dieci, oltre a questo non posso dire altro per spiegare perché abbiamo perso diversi punti".

TAARABT - "Lui è un giocatore molto creativo e vuole esserlo sempre. Crescerà molto, non l'ho impiegato dopo l'Atletico Madrid perché ha sofferto il fatto di non essere riuscito ad incidere. Appena l'ho visto meglio lo abbiamo riproposto".




Commenta con Facebook