• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-LAZIO

Toni in forma Mondiale, difesa biancoceleste sul banco degli imputati


Verona-Lazio (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

22/12/2013 18:09

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-LAZIO/ VERONA – Grazie alla doppietta di Toni e alle reti di Romulo e Iturbe, il Verona annienta 4-1 la Lazio nell’ultimo impegno prima della sosta natalizia. Oltre agli autori dei gol, tra gli scaligeri spicca la prestazione di Hallfredssson. Giornata nera per la difesa della Lazio con Marchetti, Cana e Dias sul banco degli imputati.

VERONA

Rafael 7 – Tanti interventi decisivi per il portiere brasiliano che salva la porta scaligere negando alla Lazio di rientrare in gara nel secondo tempo.

Cacciatore 6,5 – Ha vita facile giocando dalla stessa parte di Ederson e Lulic, due che incidono poco o niente nel gioco dei biancocelesti.

Moras 6 – Regge bene il confronto con un ‘mostro sacro’ come Klose. Unica sbavatura in occasione del gol di Biglia.

Maietta 6,5 – Fortunato ma strepitoso il salvataggio sulla linea che nega a Klose la gioia del gol nel primo tempo a Rafael Battuto.

Agostini 5,5 – Dura la vita quando hai di fronte Candreva: l’impegno c’è ma il laziale vince il duello ravvicinato sulla sua fascia.

Romulo 7 – Tanto agonismo da parte dell’ex viola che suggella la sua prestazione con un gol facile facile che annienta le residue speranze di rimonta dei biancocelesti.

Jorginho 6 – Meno appariscente del solito, si limita alla giocata semplice condizionato dal pesante campo del ‘Bentegodi’. Dall’88’ Laner sv

Hallfredsson 7 – Partita di qualità e quantità per il centrocampista islandese, elemento imprescindibile nello scacchiere tattico di Mandorlini. Dal 75’ Donati sv

Iturbe 7 – Semina il panico quando parte palla al piede e segna su punizione la rete che porta il Verona in vantaggio all’intervallo. Dal 69’ Donadel sv

Toni 7,5 – Due gol e un assist per un ‘vecchietto’ che a Verona ha trovato un elisir di giovinezza e spera di convincere Prandelli a prenderlo in considerazione in vista dei Mondiali in Brasile.

Gomez 6 – Tanto lavoro sporco in avanti per favorire gli inserimenti dei centrocampisti.

All. Mandorlini 7 – Se Verona sogna è anche grazie al suo tecnico capace di non accusare il salto di categoria. Ventinove punti sono tanti per una ‘matricola’ che sembra non aver voglia di scendere.

LAZIO

Marchetti 5 – Qualche responsabilità sulla punizione potente ma non irresistibile di Iturbe, dimostra poca reattività anche in occasione della rete di Romulo.

Konko 5 – Timido in fase di spinta, poco grintoso in quella di ripiego.

Dias 5 – Si perde Toni, uno da marcare a vista nei calci piazzati, sulla punizione che porta al vantaggio scaligero.

Cana 5 – Tanta grinta ma poca sostanza: scivola goffamente in occasione del quarto gol veronese.

Lulic 4,5 – Torna a giocare terzino e pasticcia sulla fascia sinistra dove Iturbe lo annienta per più di un tempo.

Ledesma 5 – Si alterna con Biglia in cabina di regia ma soffre le condizioni non ottimali del terreno di gioco.

Candreva 6,5 – Per distacco il migliore in campo della Lazio: una freccia sulla fascia destra, calcia l’angolo dal quale nasce la rete di Biglia e si prende anche l’applauso del ‘Bentegodi’. Dal 76’ Perea sv

Onazi 5,5 – Gioca con troppa leggerezza in un match dove sarebbero servite tutte le sue doti agonistiche.

Biglia 6 – Prestazione positiva per il ‘cinco’ argentino che trova ilo suo primo gol in Serie A schiacciando di testa sul calcio d’angolo battuto da Candreva. Dal 62’ Keita 5,5 – Prova a scuotere i suoi ma entra proprio quando il Verona decide di chiudere il match.

Ederson 5 – Evanescente: fatica a trovare la giusta posizione in campo e non riesce mai ad incidere sul match. Dal 70’ Floccari sv

Klose 5 – Giornata storta per il bomber tedesco che sbaglia due buone occasione in zona-gol e riflette la prestazione negativa di tutta la Lazio.

All. Petkovic 4 – Domenica da dimenticare per il tecnico bosniaco che vive una delle sue peggiori partite sulla panchina della Lazio. Squadra molle e aggredita fin dai primi minuti da un Verona con il sangue agli occhi.

Arbitro Calvarese 6 – Partita senza troppi affanni per il fischietto teramano che fa un uso ponderato dei cartellini in un match molto aggressivo per via delle pesanti condizioni del terreno di gioco.

TABELLINO

VERONA-LAZIO 4-1

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini; Romulo, Jorginho Hallfredsson; Iturbe (dal 69’ Donadel), Toni, Gomez. All.: Mandorlini.

Lazio (4-1-4-1): Marchetti; Konko, Cana, Dias, Lulic; Ledesma; Candreva (dal 76’ Perea), Biglia (dal 62’ Keita), Onazi, Ederson (dal 70’ Floccari); Klose. All.: Petkovic.

Arbitro: Calvarese.
Marcatori: 5’ Toni (V), 27’ Biglia (L), 44’ Iturbe (V), 63’ Romulo (V), 78’ Toni (V).
Ammoniti: 4’ Ledesma (L), 41’ Maietta (V), 71’ Cana (L).




Commenta con Facebook