• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Romeo Benetti su Juventus-Palermo

Romeo Benetti su Juventus-Palermo

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva l'ex centrocampista della 'Signora' e della squadra rosanero


Un'istantanea dell'andata (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

05/05/2013 10:05

JUVENTUS-PALERMO ESCLUSIVO BENETTI / ROMA - Ci siamo. Lo 'Juventus Stadium' sarà gremito in ogni ordine di posto per spingere i propri beniamini verso quell'ultimo 'passettino' tricolore. Alla capolista basterà un punto nel match casalingo contro il Palermo per festeggiare con tre giornate d'anticipo il secondo scudetto dell'Era Conte. Ma la squadra rosanero, rigenerata dalla cura Sannino, sarà tutt'altro che la classica vittima sacrificale. Miccoli & soci inseguono una salvezza fino a poche settimane fa insperata e venderanno sicuramente cara la pelle alla 'Vecchia Signora'.

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva Romeo Benetti, doppio ex della contesa, per analizzare il match di Torino: "Non ci sono dubbi che la Juventus vincerà il campionato. Se non ci sarà oggi pomeriggio, la matematica arriverà sicuramente nelle prossime giornate. Il Palermo è in forma, è una squadra in salute e con la bava alla bocca: può creare dei problemi ai bianconeri. I siciliani punteranno a far bene per se stessi, per portare a casa dei punti fondamentali in chiave salvezza, e non per rovinare la festa alla squadra di Conte. Sarà sicuramente una bella partita: la Juve è ovviamente favorita, per la sua forza e il fattore campo. Ma non vedo un risultato così scontato".

SPETTRO B - L'undici rosanero vuole tirarsi fuori dal baratro della cadetteria: "Mi auguro che il Palermo possa rimanere in Serie A, è sempre un dramma quando retrocedi. E poi risalire non è così automatico - ha sottolineato l'ex mediano della Nazionale alla nostra redazione -. Con Sannino le cose sono cambiate, forse andava fatta prima una scelta del genere. Adesso potrebbe essere troppo tardi. Ilicic e Miccoli possono trascinare i rosanero alla salvezza: soprattutto il capitano può mettere in difficoltà la retroguardia della Juventus".

TOP-TRAINER - Conte concederà il bis dopo il trionfo della scorsa stagione. E' il trainer leccese il vero trascinatore dei bianconeri: "Nessun giocatore è stato finora decisivo quanto Conte. E' lui il segreto della Juve. La maggior parte del merito degli ultimi successi è sicuramente da assegnare al tecnico - ha aggiunto Benetti ai microfoni di Calciomercato.it -. Conte riesce a motivare la propria squadra come pochi altri allenatori in circolazione. Ha trasmesso una mentalità vincente ai suoi giocatori. La Juventus gioca come un collettivo, non dipende dai singoli: il lavoro di Conte è stato fondamentale".




Commenta con Facebook