Breaking News
  • Juventus, ESCLUSIVO Marocchino: "Sarri come Allegri. Conte? Motivazioni forti"
    © Getty Images
Esclusivo

Juventus, ESCLUSIVO Marocchino: "Sarri come Allegri. Conte? Motivazioni forti"

L'ex giocatore bianconero, intervistato da Calciomercato.it, ha parlato di Sarri, Allegri, Conte e mercato

MAROCCHINO JUVENTUS SARRI ALLEGRI CONTE/  Da Sarri a Allegri, Conte. Questi e altri gli argomenti contenuti nell'intervista rilasciata in esclusiva a Calciomercato.it da Domenico Marocchino, ex attaccante bianconero. 

Dopo aver ottenuto la qualificazione agli ottavi di Champions League, la Juventus si rituffa in campionato. Domenica allo Stadium arriverà il Milan. Come inquadra questo match apparantemente scontato?

"In questa gara la Juventus avrà il 30% di difficoltà contro un avversario oggettivamente poco competitivo. Se sulla panchina rossonera ci fosse ancora Gattuso, ci sarebbero più problemi. I bianconeri sono ovviamente favoriti, anche se il calcio spesso riserva sorprese".

Malgrado sia primo in campionato e agli ottavi di Champions con due turni d'anticipo, Sarri viene criticato sotto il profilo del gioco. Qual è il suo parere sul lavoro del tecnico bianconero?

"Questa cosa mi fa ridere. Hanno preso Sarri per il gioco, ma credo non ci sia molta differenza con Allegri. Alla fine alla Juve contano i riisultati. Hanno attaccato anche il tecnico livornese, ma ha vinto molto. L'allenatore può cambiare, ma la forza è la società".

Sarri non perde in Europa da 20 gare consecutive.

Qualche big stenta, quest'anno la Juventus può vincere la Champions League?

"Bisogna arrivare nel momento giusto con la forma migliore ed evitare alcuni errori fatti in passato. Penso ad Evra contro il Bayern Monaco o a un rigore causato da Benatia contro il Real Madrid".

Con la splendida rete realizzata contro la Lokomotiv Mosca, Douglas Costa si candida di nuovo ad un posto da titolare. Con il 4-3-1-2 attuale, quale sarebbe il suo attacco ideale?

"E' una bella lotta. Io amo Dybala, Ronaldo è inamovibile, penso che schiererei loro due come coppia d'attacco, con Ramsey trequartista. Naturalmente Douglas Costa e Higuain sono cambi di altissimo livello". 

Lotta scudetto. L'Inter di Conte può vincerlo dopo 8 anni di dominio juventino?

"Bisogna stare attenti a Conte, lui non molla mai, ha motivazioni talmente forti che i nerazzurri daranno filo da torcere fino all'ultimo". 

Cosa ne pensa dell'attacco di Conte alla società nerazzurra, rea di aver sbagliato la programmazione?

"Io non lo vedo come un attacco. Lui tira l'acqua al suo mulino e dice quello che pensa. Se ritiene la rosa non completa lo fa presente e magari è un messaggio in vista del prossimo mercato. Comunque Conte è così, fece la stessa cosa alla Juventus quando parlò del famoso ristorante da 100 euro...". 

 

 

 

 

 

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)