Breaking News
  • Dal Verona all'Entella: i dietrofront e l'addio al calcio (già avvenuto) di Cassano
    © Getty Images

Dal Verona all'Entella: i dietrofront e l'addio al calcio (già avvenuto) di Cassano

L'attaccante barese dice basta (stavolta sembra sul serio...) col calcio a 36 anni. Ma di fatto il suo ritiro è avvenuto quasi quattro anni fa

RITIRO ANTONIO CASSANO / Antonio Cassano lascia il calcio all'età di 36 anni attraverso una lettera pubblicata su Twitter dal giornalista e amico (oltre che testimone di nozze) Pierluigi Pardo. Stavolta sembra per davvero, anche se con l'attaccante barese non si può mettere la mano sul fuoco perché c'è il forte rischio di bruciarsela. Dal Verona alla Virtus Entella, il classe '82 nato nello stesso giorno (il 12 luglio) che l'Italia di Bearzot vinse il Mondiale ci ha abituati a teatrali colpi di scena sul suo futuro. Mi ritiro, anzi no o forse sì, anzi torno a giocare ma solo in Serie A...

Dal 2017 ad oggi tante dichiarazioni eppure nessuno aveva capito cosa volesse fare veramente: fino a ieri fremeva per tornare in campo, tanto che aveva cominciato ad allenarsi con la squadra del presidente Gozzi che, peraltro, ancora non sa se giocherà in B o Serie C. Almeno fino a stamattina, salvo altri colpi di scena: basta col calcio, giocato, che in fondo aveva salutato ufficiosamente quasi quattro anni fa, con la maglia del Parma, non considerando il triste e breve ritorno a una Sampdoria dove, sotto però la presidenza Garrone, aveva probabilmente dato il meglio di sé. La sua carriera poteva essere senz'altro migliore e più lunga ad alti livelli se solo avesse avuto una testa 'migliore', ma si è divertito e ci ha fatto divertire guadagnando (tanto) lo stesso. Insomma, alla fine lui ha vinto.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)