Breaking News
  • Milan, il 4° posto è lontano: l'Europa League non va snobbata
    © Getty Images

Milan, il 4° posto è lontano: l'Europa League non va snobbata

I rossoneri più di Lazio e Napoli devono puntare alla competizione che riprende giovedì

MILAN EUROPA LEAGUE OBIETTIVO PRIMARIO CHAMPIONS LEAGUE/ Nonostante i tanti risultati positivi, il quarto posto per il Milan resta ancora un miraggio. Non sono bastati le quattro vittorie contro Crotone, Cagliari, Lazio e Spal e i pareggi contro Fiorentina e Udinese per poter tornare a guardare alla qualificazione in Champions League come un obiettivo concreto. Inter, Roma e Lazio, che non stanno di certo brillando, hanno ancora un importante margine di vantaggio sulla squadra di Gennaro Gattuso. Le news Milan parlano di un distacco dai cugini dell'Inter, attualmente terzi, di ben 10 punti. Sono rispettivamente 9 e 8, invece, quelli nei confronti delle due squadre capitoline. Troppi, almeno per adesso, per pensare di poter raggiungere la Champions League attraverso il campionato. Proprio per questo l'Europa League, che torna giovedì, diventa una competizione da prendere sul serio e sulla quale puntare. I rossoneri più di Napoli e Lazio hanno l''obbligo' di crederci. Non è un caso che sia gli azzurri che la squadra di Simone Inzaghi siano pronti ad attuare un importante turnover. Gli obiettivi in campionato sono attualmente più importanti. Sarri non ha nascosto di essere intenzionato a far riposare i suoi uomini migliori contro il Lipsia.

Simone Inzaghi contro lo Steaua dovrebbe fare a meno di Immobile e Luis Alberto. Il primo dovrebbe partire dalla panchina e il secondo dovrebbe addirittura resta a Roma.

 

Milan, contro il Ludogorets gli uomini migliori

 

Il calciomercato estivo aveva fatto pensare che il quarto posto potesse essere facilmente raggiungibile. Oggi, con la Roma distante 9 punti, il Milan è chiamato a guardare l'Europa League come un obiettivo primario. Gennaro Gattuso limiterà al massimo il turnover contro il Ludogorets e con molta probabilità dell'undici base rifiateranno solo in tre. Dietro Musacchio potrebbe prendere il posto di Romagnoli. Montolivo è pronto a far rifiatare uno tra Bonaventura e Biglia e AndréSilva Cutrone. Ma i ballottaggi sono ancora aperti e non è escluso che alla fine Gattuso decida di affidars ancora una volta ai suoi uomini migliori. Il Milan con il suo nuovo tecnico ha dimostrato di poter battere chiunque e proprio per questo l'Europa League non può essere mollata proprio adesso. Cosa che certamente non farà Gasperini. L'Atalanta vuole continuare a sognare e per la sfida contro il Borussia difficilmente si affiderà al turnover.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)