Breaking News
  • Roma-Benevento, Di Francesco: "De Rossi? Spero ci sia"
    © Getty Images

Roma-Benevento, Di Francesco: "De Rossi? Spero ci sia"

Il tecnico giallorosso alla vigilia del match con i campani

ROMA BENEVENTO CONFERENZA DI FRANCESCO / Dopo aver ritrovato la vittoria, dopo sei turni di digiuno, in casa del Verona, la Roma vuole ritrovare continuità di risultati. La sfida con il Benevento di domani sera è fondamentale per i giallorossi nella corsa Champions in cui sono impegnate anche Lazio e Inter. Il tecnico giallorosso Di Francesco ha presentato la sfida contro i campani. Calciomercato.it ha seguito per voi i passaggi salienti della conferenza stampa dell'allenatore capitolino.

Roma-Benevento, Di Francesco: "Perotti o Defrel dietro Dzeko"

La Roma si presenta alla sfida di domani con una complessa situazione tra infortuni e squalifiche, con notevoli difficoltà specie a centrocampo. "Tra poco darò la lista dei convocati, spero di inserire anche De Rossi e Schick - spiega Di Francesco - Soprattutto il primo, là in mezzo, ci servirebbe tantissimo. Daniele non sarebbe comunque in grado di giocare dal primo minuto, ma potrei inserirlo a partita in corso. Per Gonalons ci vorrà ancora tempo, credo lo vedremo in campo dopo l'andata con lo Shakhtar".

Armi utili  e varianti tattiche potrebbero rivelarsi Gerson e Under: "Gerson sarà sicuramente della partita domani, sta facendo bene ma deve essere in grado di essere più pericoloso. E' un brasiliano, tende a essere innamorato della palla. Under non può fare la mezzala come dice Terim, per caratteristiche è un attaccante, non scherziamo, al massimo può fare la mezzapunta". La Roma si schiererà domani col 4-2-3-1, dovendo fare di necessità virtù: "Defrel può fare la mezzapunta di un 4-2-3-1, ma non è l'unico ad avere le caratteristiche per poterlo fare. In quel ruolo giocheranno lui o PerottiFazio a centrocampo? Assolutamente no, lo metterei in difficoltà, l'avrà fatto una volta forse dieci anni fa. Sta bene in difesa".

Su Dzeko, Di Francesco ha le idee chiare: "In attacco dobbiamo trovare la giusta incisività, il gioco c'è. Edin ha bisogno di sbloccarsi mentalmente, dobbiamo recuperarlo con un gol. Guardate Under: ha segnato domenica e in allenamento in settimana ha fatto gol da tutte le posizioni". Sugli obiettivi stagionali: "E' un nostro obiettivo qualificarci in Champions, ma dobbiamo lavorare anche sul prossimo ottavo di finale. Gli scontri diretti possono rimettere tutto in gioco, è chiaro che per ora pensare a qualcosa più del terzo posto è assurdo". Chiusura sul caso Bruno Peres: "Abbiamo gestito la vicenda come con Nainggolan. Si tratta di atteggiamenti inammissibili a certi livelli che spero non si ripetano più. Anche da questo passa la nostra crescita".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)