Breaking News
  • Inter-Chievo, Spalletti a Sarri: "Si confronti con Juve non con noi"
© Getty Images

Inter-Chievo, Spalletti a Sarri: "Si confronti con Juve non con noi"

Calciomercato.it vi offre le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della gara coi clivensi

INTER CHIEVO SPALLETTI / L'occasione è di quelle ghiotte: col successo della Juventus sul Napoli, l'Inter ha la possibilità di balzare in vetta alla classifica. Per farlo, però, bisogna battere prima il Chievo davanti ai propri tifosi. Alla vigilia della sfida coi clivensi, il tecnico nerazzurro Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa. Calciomercato.it vi offre le sue dichiarazioni. 

Ecco le parole del mister: "Ogni partita ti mette a disposizione tre importantissimi punti, noi dobbiamo badare a quelli. Vecino sta bene e può giocare". Poi la risposta a Sarri: "Noi senza coppe? Mi sembra si giochi allo stesso sport, se arriviamo davanti siamo in Champions, dopo in Europa League, se arriviamo dopo il settimo posto ci qualifichiamo per le amichevoli di fine campionato. La Juventus gioca lo stesso sport di Sarri e vince da sette anni di fila, magari deve confrontarsi con loro. Se vuole può arrivare settimo Sarri e vedere se si diverte lui. I ragazzi devono avere chiaro che tutti fanno parte della rosa dell'Inter, una società che è riconosciuta in tutto il mondo".

HALL OF FAME - "Ho visto questa iniziativa, una cosa bella ed importante. Voglio che alcuni dei miei giocatori in futuro ne entrino a far parte. I miei tre nomi? Meazza, Facchetti e Matthaus".

NAPOLI-JUVENTUS - "Quando ci si fossilizza su una soluzione, gli altri ne prendono le misure.

Noi domani dovremo far gol partendo dalle corsie esterne, ma per le vie centrali loro possono farti male se non sai difendere. Il Chievo conosce molto bene quello che deve fare per stare in Serie A. Non è che se faccio più possesso palla mi vengono messi a disposizione i tre punti".

FAVORITI DI ALLEGRI - "La Juventus è la più forte, sono i più attrezzati, hanno più forza e più valore. Gli specchi stridono se Allegri pensa che noi siamo i favoriti. Sa come assumersi delle responsabilità importanti; hanno sempre fatto dei grandi risultati ed hanno dimostrato anche ieri la loro autorità. Se il Napoli si è inserito in questo periodo è perché sono stati più bravi, ma non sono i più forti".

MONDO INTER - "Bisogna che entri dentro al mondo Inter per capire cosa vuol dire. Dopo poco però capisci subito con chi hai a che fare. Siamo forti e ve lo faremo vedere, vi ho un po' sfidato anche, i ragazzi mettono in pratica quello che mi sembrava su carta. Non riperderemo per strada quello costruito, vincere sempre è impossibile, ma noi ci alleniamo per quello".

MERCATO - "Io sono a posto così. Il mio calciomercato sarà farmi mantere questi giocatori qui".

MONTELLA - "C'è un bel rapporto tra di noi, è stato anche un mio calciatore. Non l'ho ancora cercato, gli ho dato un po' di tempo. Faccio un in bocca al lupo a Gattuso".

RANOCCHIA - "Il pubblico di San Siro lo conosco bene. Oramai la storia non me la racconta nessuno. I tifosi saranno lì a prendersi le loro responsabilità come hanno fatto sempre. Ranocchia sa il fatto suo e ve lo farà vedere".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)