Breaking News
  • PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-SVEZIA: incubo Ventura
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-SVEZIA: incubo Ventura

Buone le prestazioni di El Shaarawy e Florenzi che hanno dato alla manovra azzurra velocità e verticalizzazione ma è mancato la zampata vincente

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA SVEZIA PROMOSSI E BOCCIATI – Un buon El Shaarawy, insieme a Jorginho e Florenzi, non riescono nel miracolo di ‘San Siro’, dicendo così addio a Russia 2018. Dal canto suo, la Svezia va avanti grazie ad un ottimo Olsen e un attento Granqvist.

 

ITALIA

Buffon 6 – Viene impegnato poco e nulla ma nonostante ciò, rimane sempre concentrato per velocizzare subito la ripresa del gioco.

Barzagli 5 – Sbaglia qualche passaggio di troppo in fase di costruzione, regalando palla agli svedesi. 

Bonucci 6 – Anche se dolorante, combatte fino alla fine, cercando di essere utile soprattutto nella fase d’impostazione.

Chiellini 6 – Berg è un pessimo avversario, eppure l’azzurro riesce a tenergli testa giocando spesso anche d’anticipo.

Candreva 5 – Rispetto alla gara d’andata, è molto più partecipe e veloce sulla fascia destra, costringendo Augustinsson a rimanere in difesa. Sbaglia però troppi cross risultando inconcludente. Dal 76’ Bernardeschi – s.v.

Parolo 6 – I suoi inserimenti centrali creano grossi pericoli alla difesa della Svezia. Cerca la via del gol con tiri da fuori area.

Jorginho 6 – Così come nel Napoli, anche con l’Italia l’italo-brasiliano è al centro del gioco, provando a verticalizzare subito per le punte o per gli esteri. Cala alla distanza. 

Florenzi 6,5 – Così come Parolo, anche il giallorosso prova spesso gli inserimenti, creando superiorità numerica sulla sinistra.

Darmian 5,5 – Bravo in entrambe le fasi di gioco, gli manca solo la precisione nel cross. Per uno che dovrebbe fare quello di mestiere non è poco. Dal 63’ El Shaarawy 6,5 – Con lui in campo, Lustig soffre ancora di più. Con la sua velocità ed il suo estro, l’Italia guadagna maggiore imprevedibilità.

Immobile 5,5 – Il suo movimento ad uscire e ad attaccare alle spalle i difensori, mette in crisi i giocatori svedesi. Servivano i gol, non sono arrivati. 

Gabbiadini 6 – Il suo costante contro movimento lungo-corto, non dà punti di riferimento alla Svezia. Dal 63’ Belotti 5,5 – Eccetto un paio di tiri da fuori area, non riesce ad incidere.

All. Ventura 2 – E' il responsabile numero uno: la sua Italia viene eliminata dal mondiale a favore degli svedesi. Tanto possesso palla ma poco incisiva sotto porta la sua Nazionale. Modulo e cambi contano poco: il risultato è una 'catastrofe' calcistica che si è verificata soltanto una volta nella storia pallonara del nostro paese. Un incubo dal quale per risvegliarci dovranno passare almeno quattro anni. 

 

SVEZIA

Olsen 6,5 – Viene salvato da Granqvist al 40’. Imprecisi i suoi rinvii con i piedi. Buona la sua parata su El Shaarawy all’86’.

Lustig 5,5  – Il duo Darmian-Florenzi, lo costringe a mantenere sempre la posizione, anche se molto spesso gli azzurri riescono a sfondare.

Lindelof 6,5 – Rispetto a quando gioca con il Mancheste United, dimostra maggiore sicurezza. Soffre solo i tagli degli interni di centrocampo.

Granqvist 6,5 – Il continuo movimento senza palla delle punte lo mette in seria difficoltà. Salva la Svezia al 40’, spazzando sulla linea un tiro di Immobile.

Augustinsson 6 – Il dinamismo di Candreva e gli inserimenti di Parolo lo costringono ad una gara ultra difensiva.

Claesson 5,5 – Cerca di aiutare come può Lustig in fase di non possesso palla, anche se è spesso in ritardo. Dal 72’ Rohden 5,5 – Non incide quanto ci si sarebbe aspettato.

Johansson – s.v. Dal 19’ Svensson 6 – Tanta corsa e buona fase d’interdizione, a protezione della difesa.

Larsson 6 – Aiuta molto i difensori in fase di non possesso palla, per poi dare il via ai contropiedi.

Forsberg 5,5 – Troppo nervoso per esprimere appieno tutte le sue qualità tecniche.

Toivonen 5,5 – Prova spesso a disturbare Bonucci e Barzagli con l’auspicio di ritarda la manovra azzurra. Dal 54’ Thelin 5,5 – Anche se è molto veloce, non preoccupa minimamente i difensori azzurri.

Berg 6 – Bravo nel protegger palla e far salire la squadra. Cerca di andare in pressione su Jorginho, senza però nessun risultato.

All. Andersson 6,5 – La sua Svezia catenacciara e fortunata, riesce con un solo gol ad accedere alla fase successiva del mondiale in Russia.

 

Arbitro: Lahoz 5 – Insufficiente prova del direttore di gara spagnolo che non concede un rigore a testa nel primo tempo ad Italia e Svezia. Dubbi anche sul fallo di mano fischiato a Darmian prima che venisse atterratto in area. Prova a tenere sotto controllo la gara, ammonendo spesso. 

 

 

TABELLINO

ITALIA-SVEZIA 0-0

Italia (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Candreva (76’ Bernardeschi), Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian (63’ El Shaarawy), Immobile, Gabbiadini (63’ Belotti). A disposizione: Donnarumma, Perin, Astori, Zappacosta, Rugani, De Rossi, Gagliardini, Insigne, Eder. All. Ventura

Svezia (4-4-2): Olsen, Lustig, Lindelof, Granqvist, Augustinsson, Claesson (72’ Rohden), Johansson (19’ Svensson), Larsson, Forsberg, Toivonen (54’ Thelin), Berg. A disposizione: Johnsson, Sema, Nordfeldt, Olsson, Krafth, Helander, Guidetti, Jansson, Durmaz. All. Andersson

MARCATORI:

ARBITRO: Mateu Lahoz Antonio Miguel (SPA)

AMMONITI: 9’ Chiellini (I), 10’ Johansson (S), 22’ Barzagli, 29’ Forsberg (S), 65’ Lustig (S), 68’ Thelin (S), 91’ Bernadeschi (I), 93’ Olsen (S)

ESPULSI:

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)