Breaking News
© Getty Images

Terrorismo, autobomba ad Istanbul contro la polizia: spettro Isis

Sarebbero almeno due i morti e otto i feriti per la deflagrazione dell'ordigno

TERRORISMO AUTOBOMBA ISTANBUL / ISTANBUL (Turchia) - Il terrorismo torna a colpire in Turchia. Stamane, intorno alle 8.30, un'autobomba è esplosa ad Istanbul provocando la morte di 11 persone (di cui 7 agenti) e il ferimento di altre 36, di cui 3 molto gravi. A riferirlo, è il governatore della città, Vasip Sahin. L'ordigno, è stato collocato in piazza Beyazit, tra l'università e il gran bazar ed è stato fatto deflagrare con un comando a distanza al momento del passaggio di un pullman che trasportava poliziotti, evidentemente vero obiettivo dell'attentato. Dopo l'esplosione, si sarebbero sentiti anche degli spari. Danneggiati anche alcuni edifici ed auto che si trovavano nei paraggi. Dopo i due attentati jihadisti a Istanbul e quelli di ankara dei mesi scorsi, rivendicati dai ribelli curdi, l'allerta terrorismo è ora massima in Turchia. Al momento non è  ancora giunta alcuna rivendicazione ma gli inquirenti sospettano che dietro l’attacco vi sia il Pkk o l’Isis.

F.S.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Altro   Inter   Napoli
    Forbes, è il Real Madrid il club di maggior valore. Juventus e Milan nella top ten
    Altro   Juventus   Parma
    Calciopoli, Tavecchio: "Richiesta risarcimento della Juventus è una lite temeraria"
    Calciopoli, Tavecchio: "Richiesta risarcimento della Juventus è una lite temeraria"
    Il presidente della FIGC ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni
    Altro   Roma   Chievo Verona
    PRONOSTICI SCOMMESSE: gol e spettacolo in Bundesliga, Premier e Liga. Roma e Juventus vincenti!
    PRONOSTICI SCOMMESSE: gol e spettacolo in Bundesliga, Premier e Liga. Roma e Juventus vincenti!
    Usufruisci subito dell'incredibile Bonus di Eurobet: 100% dell'importo scommesso fino a 100 euro!
    Altro   Lazio  
    Calcioscommesse, Mauri: "Il mio nome fa comodo ai giornali"
    Calcioscommesse, Mauri: "Il mio nome fa comodo ai giornali"
    Il capitano della Lazio torna a parlare delle indagini della Procura di Cremona