Breaking News
© Getty Images

Serie A, Pirlo: "Pogba è il giovane più forte mai visto. Verratti? In Nazionale..."

Il regista del New York City esalta il centrocampista del Psg: "Può vestire l'azzurro per 20 anni"

SERIE A INTERVISTA AD ANDREA PIRLO SU LA GAZZETTA DELLO SPORT / MILANO  - L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' propone una lunga intervista al regista del New York City FC Andrea Pirlo, nelle scorse settimane al centro di continue voci di calciomercato su un suo ritorno in Italia poi smentito dallo stesso giocatore.

Calciomercato.it vi riporta i passaggi salienti dell'intervista sulle ultime news Serie A, sui giovani 'azzurri' (da Rugani a Verratti passando per Bernardeschi), sul suo ex compagno di squadra alla Juventus Paul Pogba e sulla possiblità di vederlo a breve nelle vesti di allenatore.

SPOGLIATOIO - "Una volta, in prima squadra, avevi paura a parlare e stavi in un angolo. Era una dittatura degli anziani. Ti presentavi con l’orecchino, te lo toglievano. Ti facevi crescere i capelli, te li tagliavano. Ora un ragazzo viene a fare un allenamento con la prima squadra e pensa di essere arrivato. La cosa più importante è mettersi lì a fare le foto. Ma ci sono ancora ragazzi seri, professionali. Rugani, ad esempio. Anche Bernardeschi mi sembra un ragazzo serio, ma lo conosco meno".

L'ITALIA DEL 2020 - "Potrebbero esserci Rugani, Romagnoli, Berardi, Bernardeschi, De Sciglio, Verratti. Verratti può giocare per vent'anni in Nazionale".

POGBA - "E' il più forte tra i giovani che ho visto. Dal primo allenamento abbiamo capito: 'Questo è forte'. Era magrino ma le gambe arrivavano ovunque. Ora è più grosso, potente: si è anche irrobustito".

FUTURO DA ALLENATORE - "Non ci ho pensato. Ho due anni di contratto, voglio giocare".

IL CALCIO NEGLI STATI UNITI - "I ragazzi arrivano in Major League dalle università. La tattica non la sanno, la tecnica è poca, il fisico tanto. Il calcio però è diventato lo sport più praticato, anche più del basket. Le strutture e i soldi non mancano, però servono cultura e professionalità".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)

    Serie A   Inter   Fiorentina
    Inter-Fiorentina, Spalletti: "Possiamo diventare interessanti"
    Inter-Fiorentina, Spalletti: "Possiamo diventare interessanti"
    ll tecnico nerazzurro ha poi aggiunto: "Roma-Inter? Ci andrò con grande disponibilità, a prescindere da come mi accoglieranno loro"
    Serie A   Milan   Crotone
    Crotone-Milan, Montella: "Non mi aspettavo un Kessie così forte"
    Crotone-Milan, Montella: "Non mi aspettavo un Kessie così forte"
    Il tecnico dei rossoneri ha parlato del match contro i calabresi
    Serie A  
    Serie A, 1a giornata: milanesi in scioltezza, la Spal ferma la Lazio
    Serie A, 1a giornata: milanesi in scioltezza, la Spal ferma la Lazio
    Milan e Inter calano il tris. Vincono anche Chievo e Samp
    Serie A   Roma   Atalanta
    Atalanta-Roma, Di Francesco: "Qui sarà difficile per tutti"
    Atalanta-Roma, Di Francesco: "Qui sarà difficile per tutti"
    Il tecnico giallorosso ha commentato la vittoria esterna centrata dai suoi ragazzi
    Serie A   Atalanta   Roma
    Serie A, Atalanta-Roma 0-1: Kolarov subito decisivo per i giallorossi
    Serie A, Atalanta-Roma 0-1: Kolarov subito decisivo per i giallorossi
    Prima giornata di campionato contro gli orobici per la squadra di Di Francesco
    Serie A   Verona   Napoli
    Serie A, Verona-Napoli 1-3: azzurri brillanti, ma Sarri s'arrabbia!
    Serie A, Verona-Napoli 1-3: azzurri brillanti, ma Sarri s'arrabbia!
    Dieci minuti finali disattenti dei partenopei che non compromettono però il risultato
    Serie A   Juventus   Cagliari
    Juventus-Cagliari, Allegri: "Reazione dopo Lazio. Più concentrazione"
    Juventus-Cagliari, Allegri: "Reazione dopo Lazio. Più concentrazione"
    Il tecnico dei bianconeri così: "I ragazzi sono stati bravi, ma possiamo migliorare in diverse situazioni. Condizione non al top"