Breaking News
  • Milan-Verona, Inzaghi: "Siamo stati dei polli. Futuro? Non decido io"
© Getty Images

Milan-Verona, Inzaghi: "Siamo stati dei polli. Futuro? Non decido io"

Il tecnico ha commentato il pareggio casalingo

. p align="JUSTIFY">MILAN VERONA INZAGHI / MILANO – Filippo Inzaghi ha commentato il pareggio casalingo contro il Verona partendo dal pareggio degli ospiti: "Dispiace prendere un gol cosi a 10 secondi dalla fine, siamo stati dei polli ma questo è sia il bello che il brutto del calcio.
Bisogna andare avanti a testa alta, c'è poco da parlare, questo tipo di gare bisogna portarle a casa.
Se la squadra non mi segue più? La squadra ha reagito e ha trovato il secondo gol, non posso guardare queste cose, devo andare avanti.
Futuro? Cerco di dare il massimo, come la squadra, abbiamo pochi ricambi ed è difficile gestire la gara quando hai poche forze a disposizione.
Sul mio futuro non decido io - le parole del tecnico a 'Sky' - Vincendo oggi il morale dei ragazzi sarebbe cresciuto, adesso dobbiamo guardare alla prossima partita contro la Fiorentina e cercare di rialzarci subito.
I ragazzi lavorano con lo spirito giusto, sicuramente dobbiamo fare meglio.
Non mi piacciono i processi, io devo guardare la squadra: non siamo il Milan che ci aspettavamo.
Il cambio Pazzini-Bocchetti? Se andava bene era azzeccato.
Pensavo che Pazzini ci avrebbe dato una grossa mano, si è sacrificato per la squadra, ma non era facile per lui.
Non è facile scegliere tra lui, Menez e Destro, è inevitabile che qualcuno rimanga fuori".

A 'Mediaset' il tecnico ha aggiunto: "Se ho parlato con Galliani? Non, ancora non ho visto nessuno.
Per il mio futuro non dovete chiedere a me".

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)