• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Rossi spiega: "I bianconeri mancano di brillantezza. Solo il Napoli..."

Juventus, Rossi spiega: "I bianconeri mancano di brillantezza. Solo il Napoli..."

'Pablito' ha parlato della sua ex squadra in un'intervista


Paolo Rossi (Getty Images)
Andrea Corti (@cortionline)

26/09/2016 15:09

JUVENTUS PAOLO ROSSI BRILLANTEZZA HIGUAIN / ROMA - Pochi giorni dopo il suo sessantesimo compleanno l'ex centravanti della Juventus Paolo Rossi ha rilasciato un'intervista a 'Radio onda Libera'. Inevitabile per 'Pablito' partire da un'analisi delle news Juventus delle ultime settimane: "Non è così semplice e automatico ottenere tutto. Sulla carta è una spanna superiore a tutti per il potenziale della rosa. La Juve ha due squadre di qualità e non una sola. In questo momento deve trovare gli quilibri e sa che tutti l'aspettano al varco. Manca di brillantezza, anche in Champions contro il Siviglia ha creato svariate occasioni da gol ma non è parsa brillante".

HIGUAIN MANDZUKIC E DYBALA - Inevitabile poi parlare dell'attacco bianconero, con l'ultimo calciomercato che ha affiancato Higuain a Mandzukic e Dybala: "Sono tre attaccanti molto diversi l'uno dall'altro. Higuain resta uno straordinario realizzatore con le sue caratteristiche. Non si può discutere il potenziale offensivo dei bianconeri, specialmente Higuain".

NAPOLI - "E' il Napoli l'unica squadra che può competere con la Juve. Gli azzurri giocano davvero bene, complimenti a Sarri che è bravo. Non ha risentito della partenza di Higuain".

LE ALTRE - "Il Sassuolo è una realtà incredibile per quanto sta facendo ed è la dimostrazione che si può fare calcio a certi livelli con una società organizzata al meglio in una dimensione di 50mila abitanti. Le risorse che ci sono vengono utilizzate benissimo e la squadra risponde sul campo. Anche il Chievo è una gran bella realtà e ormai consolidata tenendo conto del bacino d'utenza molto limitato".

INTER E MILAN - "Va fatta una riflessione: ormai i grandi imprenditori italiani che investono sul calcio non ci sono più, gli ultimi sono stati Berlusconi e Moratti. Si guarda all'Oriente dove ci sono i soldi veri, dove trovi il petrolio e la crescita economica notevole".




Commenta con Facebook