• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Genoa-Napoli, Cesari: "Agli azzurri mancano 3 rigori in due gare. Serve la moviola, non il quarto uo

Genoa-Napoli, Cesari: "Agli azzurri mancano 3 rigori in due gare. Serve la moviola, non il quarto uomo"

L'ex arbitro è tornato a parlare degli episodi che hanno penalizzato i partenopei nelle ultime partite


Sarri ©Getty Images

22/09/2016 13:08

GENOA NAPOLI ERRORI ARBITRALI CESARI / NAPOLI - Sulle frequenze di 'Radio Crc' è intervenuto l'ex arbitro, Graziano Cesari che è tornato a parlare degli errori arbitrali in Genoa-Napoli: "Noi siamo cosci del fatto che c'è stato un controllo di Ocampos inusuale, e Damato che non se n'è accorto. Il giocatore con quelle mani ha voluto addomesticare il pallone, ma la mano sinistra è aperta e dopo aver toccato il petto, quella mano ha voluto aggiustare la traiettoria del pallone. Questo gesto tecnico è stato sbagliato e la conseguenza logica era il calcio di rigore. L'altro episodio? Sul lancio di Ghoulam, la posizione migliore era quella di Milik, l'attaccante era nella posizione giusta per poter giocare il pallone. Milik è andato verso la porta e Orban ha cominciato ad agganciarlo per poi entrare in area di rigore e mettere anche l'altra mano su di lui.  Orban va quindi ad ostacolare Milik e il fallo si consuma nell'area per cui la situazione è chiara, è calcio di rigore e il quarto uomo non ha aiutato l'arbitro. Al Napoli mancano 3 rigori: due a Genova e uno a Pescata, finora il club azzurro non è stato molto fortunato.  Non credo che il quarto uomo serva a molto anche perché nessuno si prende la responsabilità di dichiarare un rigore, credo molto più alla moviola. È urgente l'utilizzo della moviola, non può esserci un periodo di rodaggio perché in ballo c'è il lavoro dei professionisti e poi per una questione di equità e regolarità del campionato. Il percorso di Damato? È diventato internazionale insieme ad Orsato, ma mentre lui fa la Champions, Damato la vede dal binocolo e non so se la politica di De Laurentiis sia giusta, io se fossi un dirigente o il presidente del Napoli mi lamenterei".

F.S.




Commenta con Facebook